facebook rss

Polizze auto per consiglieri e assessori
con l’assicurazione di Riga

REGIONE - Una compagnia lettone ha vinto il bando consentendo un risparmio di 8mila euro su quanto preventivato, somma che diventa un benefit in base ad una legge ancora in vigore
Print Friendly, PDF & Email

Regione-Palazzo_Raffaello-DSC00182-650x488

Inizia la corsa per la Regione

 

Il decreto è di pochi giorni fa e porta la firma del dirigente regionale delle Risorse Umane. Si tratta della stipula di una polizza triennale dal costo complessivo di poco meno di 39mila euro per assicurare le auto dei consiglieri regionali e degli assessori non consiglieri: un totale di 37 beneficiari. Per la precisione si tratta «della polizza assicurativa triennale 2021/2023 incendio-furto-kasko e garanzie accessorie per i veicoli – si spiega nel decreto – utilizzati dai consiglieri regionali delle Marche e dai componenti della giunta non consiglieri, con la ditta Balcia Insurance con sede legale ed operativa a Riga (Lettonia) aggiudicataria della relativa procedura negoziata verso il premio annuo di 12.913 euro (oneri inclusi) offerto in sede di gara». Il decreto contiene un’altra notizia: siccome era stata prevista in bilancio una spesa di 21.500 euro, viene liberalizzata la somma eccedente di 8.587 euro. Come dire, un benefit per i consiglieri regionali e per gli assessori non consiglieri frutto di una legge regionale che lo prevede da tanti anni e che il passare delle stagioni e i cambi di colore politico delle amministrazioni non hanno ancora scalfito. Peraltro, occorre sottolineare che all’indomani della pubblicazione degli emolumenti mensili dei consiglieri regionali delle Marche, qualcuno dal Palazzo aveva fatto notare come quelli marchigiani siano i compensi tra i più bassi in assoluto nel panorama italiano dei consiglieri regionali. C’è un particolare che va sottolineato positivamente, se si può fare una battuta, anche in riferimento al fatto che si tratta di assicurazioni auto con relativi atti vandalici, la polizza in questione l’hanno fatta a Riga. Peraltro, hanno pure risparmiato il 40% del preventivato con l’offerta arrivata dalla Lettonia: le gare sono gare e possono partecipare tutti. Così la Regione ha risparmiato 8mila euro all’anno dando la polizza auto a 37 persone tra consiglieri ed assessori. Certo, consiglieri ed assessori non sarebbero andati in Lettonia o non avrebbero fatto una gara per l’assicurazione kasko, magari si sarebbero rivolti al broker o all’agente sotto casa che – orrore – avrebbe anche contribuito ai propri fatturati e al famoso pil, però le regole sono regole e vanno rispettate con la gara aperta alla Lettonia. Occorre infine aggiungere che questa volta la procedura è partita per tempo e non si è fatto ricorso alla proroga in attesa della gara di appalto, come si vede talvolta in giro ad opera di alcune amministrazioni per procedure con importi multimilionari.

(l. pat.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X