facebook rss

Giornata dello spreco alimentare:
diretta streaming con Foodbusters

FALCONARA - Domani sera sui canali social dell'associazione un incontro per sensibilizzare sul tema, con il racconto dei volontari. In mattinata incontri on line dedicati agli studenti
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

 

Domani, 5 febbraio, ricorre la Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, lanciata dalla campagna permanente di sensibilizzazione ‘Spreco zero’. Per l’occasione, l’associazione di volontariato Foodbusters di Falconara Marittima promuove due iniziative di sensibilizzazione, una dedicata agli studenti e l’altra alla cittadinanza, che quest’anno si svolgeranno interamente in modalità a distanza. Nella mattinata di venerdì 5, i volontari Acchiappacibo si collegheranno in tre incontri on line con altrettante classi delle scuole primaria e secondaria dell’istituto comprensivo “Fermi” di Mondolfo – plesso S. Costanzo (Pu), durante i quali affronteranno il tema del non spreco, raccontando il loro impegno nel recupero delle eccedenze alimentari in favore di chi ne ha più bisogno, spiegando cosa ognuno di noi può fare nel suo piccolo per non sprecare e quali sono i progetti di partecipazione attiva sul territorio e oltre. In serata, dalle ore 21 alle 23, l’associazione sarà di nuovo on line con “Spreco alimentare – Da rifiuto a opportunità”, un incontro pubblico in streaming sui suoi canali facebook, linkedIn e twitter: sarà una diretta con gli interventi di molti “compagni di viaggio” dei Foodbusters – mense sociali ed enti solidali, wedding planners, ristoratori, e la prima coppia di sposi a spreco zero – che forniranno, a seconda del loro ruolo ed esperienza, il proprio punto di vista sul tema. Foodbusters Odv – Gli acchiappacibo è un’organizzazione di volontariato nata nel 2016 e con sede a Falconara Marittima impegnata a sottrarre cibo allo spreco e donarlo a chi ne ha bisogno, recuperando le eccedenze alimentari dagli eventi (matrimoni, cerimonie, meeting aziendali…) e distribuendole alle mense sociali più vicine: un’attività che l’emergenza sanitaria dell’ultimo anno, con le conseguenti restrizioni, ha inevitabilmente ridotto, ma che è comunque continuata e soprattutto vuole continuare con nuovi progetti di recupero che l’associazione ha in programma per quest’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X