facebook rss

Party musicale al circolo tennis:
cinque giovani multati, uno in fuga

SENIGALLIA - Il blitz degli agenti del Commissariato ai campi delle Saline è terminato con le sanzioni di euro 400 a persona. Il Comune, proprietario del complesso sportivo chiuso per la zona rossa, si è riservato di valutare di procedere legalmente per l'introduzione abusiva
Print Friendly, PDF & Email

Una pattuglia del Commissariato

Nel pomeriggio di ieri, il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia è stato impegnato in un serie di attività di controllo per le prevenzione dei reati predatori nonché per il rispetto delle norme precauzionali legate all’emergenza Covid 19. In questo ambito, gli agenti hanno effettuato dei controlli in zona Vivere Verde, ove talvolta sono stati assembramenti di persone. Nel procedere ai controlli, inoltre, gli agenti notavano due persone che si aggiravano con fare sospetto tra le abitazioni e poi raggiungevano un auto. Qui venivano bloccati e controllati risultando provenire da fuori provincia. In assenza di valida giustificazioni i due sono stati sanzionati. Sempre nel pomeriggio, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato sono stati chiamati ad intervenire in zona Saline poiché alla sala radio era giunta una segnalazione di presenza di persone nei pressi del complesso sportivo comunale, in prossimità dei campi da tennis coperti, poiché alcuni giovani sembrava si fossero introdotti. Dopo aver fatto un sopralluogo nell’area del complesso, gli agenti sono entrati all’interno di un campo da tennis coperto e qui hanno trovato 6 giovani che avevano degli apparecchi per la diffusione musicale in uso e che, alla vista degli agenti, hanno tentato di fuggire. Uno riusciva nell’intento ma nei confronti degli altri 5 gli agenti sono riusciti ad evitare la fuga. I giovani sono stati dunque identificati e sono risultati essere tutti originari di Senigallia e residenti in diverse zone della città. In considerazione dell’illecita introduzione nello spazio pubblico, attualmente chiuso al pubblico, e considerate le restrizioni attualmente vigenti, gli agenti hanno provveduto a contestare la prevista violazione in materia di Covid che prevede l’applicazione della sanzione di euro 400 a persona. Successivamente è intervenuto il personale del Comune che si è riservato di valutare di procedere legalmente nei confronti dei giovani in relazione all’abusiva introduzione all’interno del complesso sportivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X