facebook rss

Auto contro camion:
69enne grave a Torrette (Foto)

ANCONA - L'incidente stradale è avvenuto questa mattina lungo via Albertini, altezza di Leroy Merlin, tra un suv Renault condotto dalla donna finita in ospedale e un veicolo di Bartolini. Il conducente del mezzo pesante: «Appena sceso ho avuto il terrore, perché l’auto era completamente distrutta. Ho temuto che potesse essere morta»
Print Friendly, PDF & Email

L’auto completamente distrutta dopo l’incidente

Incidente stradale questa mattina ad Ancona, lungo via Albertini all’altezza di Leroy Merlin.
Intorno alle 10,30 una donna di 69 anni residente ad Osimo, alla guida di una Renault Kadjar si è scontrata, per cause ancora in corso di accertamento da parte degli agenti della Polizia Locale, contro un camion della ditta Bartolini intento a svoltare a destra. Il mezzo si trovava nella corsia dedicata all’ingresso scarico merci quando è stato urtato violentemente dal suv. Nell’impatto, la Renault si è prima incastrata sotto al Tir per poi rimbalzare e girarsi su se stessa bloccando la corsia di sorpasso in direzione di Ancona. A soccorrere per primo la donna, è stato proprio l’autotrasportatore, che ha anche chiamato il 118. Sul luogo è accorsa l’ambulanza della Croce Gialla di Camerano mentre da Torrette è partita l’eliambulanza, atterrata in un piazzale vicino al luogo dell’incidente.
La donna, rimasta cosciente, è stata estratta dall’abitacolo dai vigili del fuoco intervenuti sul posto con 3 mezzi.
Gli uomini della Polizia Locale hanno invece deviato il traffico proveniente da Osimo facendolo defluire su un’unica corsia, quella di ingresso e uscita del McDonald’s.
Stando ai primi accertamenti, sull’asfalto non ci sarebbero segni di frenata da parte del suv. Forse, a causare l’incidente, potrebbe essere stato un malore improvviso o una distrazione ma saranno gli agenti della Polizia Locale a chiarire la cosa. L’autotrasportatore, rimasto illeso, ha raccontato di aver «visto l’auto dallo specchietto retrovisore che sopraggiungeva senza fermarsi – ha detto -. Nell’impatto, ha fatto sobbalzare anche me. Appena sono sceso  ho avuto il terrore addosso perché l’auto era completamente distrutta. Ho temuto che la conducente potesse essere morta e che vi fossero dei passeggeri a bordo, o dei bambini. All’inizio  era frastornata ma poi ha detto qualcosa e ha iniziato a muoversi». La donna indossava la cintura di sicurezza, poi tagliata dai vigili del fuoco per estrarla insieme al personale sanitario. Medicata sul posto, è stata poi trasportata con un codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette in ambulanza.

(al.big)

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X