facebook rss

I benenettini celebrano
una messa di suffragio
per Franco Battiato

FABRIANO - Venerdì prossimo nel trigesimo della morte del maestro, che aveva trovato rifugio e ispirazione anche nel monastero di San Silvestro di Monte Fano, presiderà la funzione il priore Vincenzo Bracci
Print Friendly, PDF & Email

L’eremo benedettino di San Silvestro a Fabriano

 

Franco Battiato

 

 

Venerdì prossimo, 18 giugno, alle ore 18. 45, nella cripta del monastero San Silvestro di Fabriano sarà celebrata una messa nel trigesimo della morte del maestro Franco Battiato. La funzione religiosa sarà presieduta dal priore don Vincenzo Bracci. Parteciperanno i monaci della comunità e gli amici che lo hanno conosciuto. Il geniale ed eclettico cautautore, scomparso a maggio all’età di 76 anni nella sua residenza di Milo, aveva trovato rifugio e ispirazione anche nel monastero benedettino di Monte Fano, a Fabriano. «Questione di mistica, solitudini, pace. Qui pensava le sue canzoni e lasciava che arrivassero, in ascolto, per poi coglierle. – ricorda in un post ‘Fabriano Storica’ – Il monastero è imponente e statico, pare un gigante di pietra calato dal cielo. La mistica qui è musicale e la voce, se entrate, risuona ovunque parliate. Forse anche per questo il monastero è stato fonte di ispirazione per il musicista.Come per le parole contenute nel brano “L’ombra della Luce”, che egli stesso in più di un’occasione ha indicato come la vetta della sua produzione musicale: “La pace che ho sentito in certi monasteri o la vibrante intesa di tutti i sensi in festa sono solo l’ombra della luce” recitano i versi della canzone di Battiato che conobbe il monastero grazie alla presenza del suo amico Juri Camisasca project, poliedrico artista e cantautore che vestì l’abito Silvestrino e trascorse diversi anni sul Monte Fano».

Addio a Franco Battiato: «Il Teatro Pergolesi fu la sua casa»

Addio a Franco Battiato Nel suo centro di gravità permanente anche Padre Matteo Ricci (Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X