facebook rss

«Pista di atletica ristrutturata
nel 2019 con i soldi pubblici
e già segnata dalle crepe»

OSIMO - La denuncia sui social media del consigliere comunale Sandro Antonelli (Liste civiche): «Nonostante la corretta manutenzione eseguita dal gestore dell’impianto, a un anno e mezzo dai lavori ci sono fessurazioni importanti» Ci si allenano i campioni Angelica Ghergo e Gaetano Schimmenti
Print Friendly, PDF & Email

La pista di atletica di Osimo dopo l’intervento di restyling nel 2019

 

Pista d’atletica del polo sportivo Vescovara di Osimo, inaugurata a novembre 2019 dopo l’intervento di riqualificazione, già segnata da profonde crepe e fessurazioni sul fondo delle corsie.

Le fessurazioni comparse sulle corsie di gara

«Un restyling che è costato circa 300mila euro e che ha interessato il rifacimento parziale del fondo della pista, delle varie pedane e il rifacimento completo del manto superficiale colorato; il parziale rifacimento della corporatura laterale e nuova segnatura di gara. In quella occasione il sindaco ha inoltre dichiarato di aver ottenuto dalla Regione Marche un finanziamento di 75mila euro che sarebbe stato speso nel 2020 per rinnovare tutte le attrezzature della pista. – ricorda il consigliere comunale di minoranza Sandro Antonelli (liste civiche), ex assessore allo Sport di Osimo che pubblica su Fb anche le foto-denuncia – Oggi a distanza di circa un anno e mezzo, nonostante la corretta manutenzione eseguita dal gestore dell’impianto, la pista presenta già fessurazioni importanti che non lasciano ben sperare per gli anni futuri. Inoltre non sono ancora arrivati gli attrezzi e i materiali vari, a suo tempo promessi, necessari per il corretto svolgimento dell’attività sportiva. Nonostante questo, il gestore e le società sportive che usufruiscono della pista devono pagare così come tutti i cittadini che entrano nell’impianto».

Sandro Antonelli

Antonelli nel rimarcare che sono stati spesi «soldi pubblici» si domanda se «è stata scelta la ditta giusta per la realizzazione delle opere? I lavori sono stati eseguiti correttamente? Chi ha seguito i lavori ha controllato e ha fatto le opportune verifiche circa la loro corretta esecuzione? Le risposte non le conosciamo, – – sottolinea – anche se un’idea ce l’abbiamo, ma le risposte vere le hanno date i tecnici e i dirigenti delle società che utilizzano la struttura, gli amatori e gli atleti che svolgono la propria attività sportiva ottenendo risultati prestigiosi come quelli raggiunti da Angelica Ghergo, campionessa italiana juniores nei 400 metri ostacoli e da Gaetano Schimmenti campione italiano di velocità ai campionati italiani paraolimpici».

Inaugurata la pista di atletica della Vescovara: è tra gli impianti più importanti delle Marche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X