facebook rss

Marijuana spacciata ai ragazzi:
denunciato il vigilante di uno chalet

NUMANA - Le indagini della Squadra Mobile condotte sul litorale di Marcelli hanno permesso l'identificazione dell'uomo, un 60enne, trovato con oltre un etto di cannabis e un coltello. Gli approfondimenti investigativi sono iniziati a seguito di una serie di eventi verificatisi già dall’inizio della stagione che avevano visto la presenza di baby gang
Print Friendly, PDF & Email

Il sequestro fatto dalla polizia di Ancona

 

E’ stato trovato con oltre un etto di marijuana che sarebbe stata poi spacciata ai giovani della riviera, in particolare a Marcelli. L’operazione portata avanti dalla polizia si è conclusa nella serata di ieri quando gli agenti della Squadra Mobile, Sezione Antidroga, hanno fatto un blitz in uno stabilimento balneare di Marcelli, identificando e denunciando un 60enne pregiudicato di Sirolo con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
Le indagini della polizia sono iniziate dopo una serie di eventi verificatisi già dall’inizio della stagione estiva quando residenti e turisti avevano cominciato a segnalare la presenza, soprattutto in ore notturne, di giovani che frequentavano la spiaggia e il centro di Marcelli creando enormi disagi a residenti e bagnanti. In alcune occasioni si erano verificati anche degli atti vandalici e danneggiamenti come il furto di pedalò, lettini tagliati, fioriere distrutte e tendoni bruciati. Immediatamente il questore dorico Giancarlo Pallini ha intensificato i servizi di polizia mettendo in campo ulteriori forze dell’ordine e il personale investigativo della Squadra Mobile. Ieri sera, dopo un periodo di lunghi appostamenti avvenuti anche di notte, i poliziotti sono riusciti a identificare l’uomo che lavorava come sorvegliante, assunto in forma privata, in uno stabilimento balneare. Il continuo viavai in ore notturne da parte di ragazzi che si incontravano con l’uomo, ha innescato i sospetti degli investigatori. Nello chalet infatti il 60enne aveva un piccolo casottino utilizzato come spogliatoio che è stato sottoposto a una rigorosa perquisizione estesasi poi anche nel suo vicino appartamento. All’interno del casottino gli investigatori hanno trovato, sopra a una mensola, un coltello a serramanico di 20 centimetri. Sulla lama, erano presenti tracce evidenti di sostanze stupefacenti. La perquisizione si è spostata a questo punto all’interno dell’abitazione dove è stata trovata la marijuana. La sostanza è stata quindi sequestrata e l’uomo denunciato.

(al.big)

Danni agli chalet, minacce ai residenti: così le baby gang stanno conquistando Marcelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X