facebook rss

Travolto da una moto,
muore due mesi e mezzo dopo l’incidente

CASTELFIDARDO - Antonio Canalini, 81 anni, è deceduto ieri sera all'ospedale di Macerata. A luglio era stato investito da un centauro minorenne osimano. Disposta per lunedì l'autopsia
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Canalini

 

Muore a distanza di due mesi e mezzo dall’incidente stradale. Non ce l’ha fatta Antonio Canalini, 81 anni, commerciante fidardense e appassionato di auto d’epoca. Il suo cuore ha smesso di battere ieri sera all’ospedale di Macerata. Il 21 luglio scorso era stato travolto da una moto in transito in via Murri a Castelfidardo e il suo stato di salute era parso subito grave ai soccorritori del 118. Nel pomeriggio di quel giorno l’anziano, titolare di un salone di auto nuove, usate e storiche a Crocette, stava tentando di attraversare la strada proprio per raggiungere l’ attività  di famiglia quando, all’improvviso, un centauro 17enne di Osimo, in sella al mezzo lo aveva investito. L’uomo con importanti traumi e lesioni era stato ricoverato in codice rosso all’ospedale regionale di Torrette e i medici si erano riservati la prognosi. Poi era stato trasferito nel presidio ospedaliero di Macerata dove ieri si è spento per l’aggravarsi delle condizioni di salute.

Per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente stradale il giovane motociclista era stato ascoltato insieme ad altri testimoni dalla Polizia locale di Castelfidardo che aveva svolto sul posto i rilievi di legge.  Adesso il quadro d’indagine è cambiato e con il decesso dell’81enne  la posizione dell’investitore, già al vaglio della competente Procura,  potrebbe aggravarsi. Intanto sul corpo del pensionato è stata disposta l’autopsia.  L’esame necroscopico sarà eseguito lunedì all’ospedale di Macerata e sarà utile a capire se i traumi provocati dall’incidente stradale possono essere stati la causa o una concausa della morte. Poi la salma verrà restituita ai familiari per la sepoltura. La scomparsa di Antonio Canalini, molto conosciuto a Castelfidardo e in tutta la Valmusone per la sua passione per i motori, ha lasciato sgomenti quanti lo conoscevano e stimavano. «Abbiamo perso un caro socio e un caro amico: Antonio Canalini, un personaggio che con simpatia animava il nostro club, sempre presente alle nostre manifestazioni, portava spesso il nome dell’Autoclub Luigi Fagioli con orgoglio a numerosi raduni di auto storiche. La notizia mi addolora, con tristezza porgo le più sentite condoglianze alla famiglia» scrive  Sandro Freddo, il presidente dell’ Autoclub Luigi Fagioli di Osimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X