facebook rss

Richiesta dimissioni, la replica di Ascani:
«Ho appreso della ditta fallita
nelle ultime ore di voto del ballottaggio»

CASTELFIDARDO - Il sindaco M5S ribatte alla lista 'Uniti e Attivi'. «Cosa avrei potuto fare per informare i cittadini non conoscendo nel dettaglio la questione riferitami nella tarda mattinata del 18 ottobre? La ditta capofila ora può scegliere di subappaltare i lavori ad altra azienda» sottolinea. Il progetto della nuova scuola media rimaneggiato nei mesi scorsi dopo la scoperta di un errore progettuale nel prefabbricato. La variante dovrà essere approvata dalla nuova giunta. «Ufficializzerò la squadra martedì» annuncia
Print Friendly, PDF & Email

Roberto Ascani (foto Giusy Marinelli)

 

«La ditta dichiarata fallita non è la capofila dell’Ati che deve costruire la nuova scuola di via Montessori, quindi non ci sarà alcun problema sulla prosecuzione dei lavori del cantiere. Preciso anche che l’azienda fallita avrebbe dovuto realizzare gli impianti ma che non ha eseguito alcun lavoro. L’Ati si è sciolta,  la ditta capofila è la Coed, per il codice degli appalti, ora può tranquillamente scegliere di subappaltare i lavori ad altra azienda. Abbiamo saputo del fallimento lunedì 18 ottobre alle ore 9.30, durante le ultime ore di votazione del ballottaggio. Non vedo quale azione avrei potuto fare per informare i cittadini, senza peraltro conoscere nel dettaglio la questione che mi è stata riferita in tarda mattinata». Roberto Ascani  (M5S) rinvia al mittente, la lista ‘Uniti e Attivi’, la richiesta di dimettersi da sindaco di Castelfidardo, a 4 giorni dalla sua rielezione.

«Trovo assurdo imputare il fallimento di un’azienda alla responsabilità di un sindaco. – aggiunge – Mi sono comportato con tutte le dovute cautele in questa nuova procedura non sapendo se ci fosse arrivato ad esempio un ricorso dall’altra azienda, che invece ha accettato la sentenza collegata al precedente iter. Ne’ potevo pretendere che la Coed ci avvertisse prima. Il fallimento è stato dichiarato dal tribunale lo scorso 30 luglio, l’azienda capofila ha dovuto svolgere tutte le verifiche con i suoi legali prima di confrontarsi con il Comune. Adesso ci ha assicurato che proseguirà i lavori. Se poi dovesse decidere di rinunciare all’appalto, potremmo sempre proseguire e realizzare il progetto della nuova scuola chiamando la prossima ditta in graduatoria. Certo in questo caso ci sarebbero tempi più lunghi per realizzazione del nuovo plesso ma siamo tranquilli sia sul versante dei costi che dell’elaborato progettuale, già migliorato con un risparmio di circa 40mila euro».

Un slittamento dei tempi, anche se contenuto, sarà inevitabile anche adesso, dopo il fuori programma del fallimento. Il sindaco puntualizza infatti che dovrà essere stipulato un nuovo contratto e che «l’azienda dovrà trovare la ditta sostitutiva, difficile da individuare in questo frangente di pieno lavoro per l’edilizia. Nel frattempo, però, la capofila potrebbe anche ottenere la certificazione per realizzare impianti e prendere i lavori in avvalimento rispetto alla stazione appaltante, decidendo che cosa sub appaltare».

Tra l’altro nei mesi scorsi era già  emerso un altro inconveniente corretto in corso d’opera. «La Coed insieme ai nostri tecnici– racconta ancora Roberto Ascani – si era accorta di un errore progettuale nel prefabbricato fornito dall’azienda scelta dalla stessa capofila e ha bloccato e rimaneggiato il progetto, che è stato validato  e passato al vaglio di un professore universitario. Ma per poter partire l’azienda attende l’ok del Genio Civile. Spetterà poi alla nuova Giunta, che ancora non ho, deliberare la variante di progetto. Intanto proprio oggi abbiamo avuto una grande soddisfazione: questa mattina si è svolta la verifica del Ministero per i progetti per lo sviluppo e la coesione territoriale. proprio sulla realizzazione della nuova scuola media.  Sono stati fatti i complimenti all’ingegnere del Comune di Castelfidardo per come ha risolto il problema del prefabbricato assumendosi con coraggio ogni responsabilità». il sindaco rassicura tutti, infine, sull’imminente annuncio della squadra. «La giunta sarà ufficializzata martedì – garantisce – Ho in programma di definire tutto tra lunedì e martedì prossimi».

 

Stop al cantiere delle nuove Medie: ‘Uniti e Attivi’ chiede le dimissioni del sindaco Ascani appena rieletto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X