facebook rss

E’ nata ‘Iniziativa Politica’:
«Il campo progressista aperto al civismo
si ritrovi sui contenuti programmatici»

FABRIANO - La nuova formazione politica intende partecipare al dibattito per le Comunali 2022. Auspica che «il tavolo del centrosinistra» sia un punto di partenza e considera le primarie di coalizione «il solo strumento di partecipazione, utili sia a promuovere dibattito e confronto, sia ad evitare che la nomina del sindaco sia imposta dall’alto»
Print Friendly, PDF & Email

A Fabriano è nata ‘Iniziativa Politica’: foto ricordo dell’incontro stampa di presentazione

 

La politica fabrianese scalda i motori. L’ultimo movimento nato nella costellazione del centrosinistra e dalla ricchezza del dibattito culturale cittadino è ‘Iniziativa Politica’. Ieri sera è stato presentato alla stampa il manifesto programmatico alla base del percorso che i fautori, tra loro anche Valeria Carnevali, intendono intraprendere verso il voto delle Amministrative 2022. «A Fabriano la politica necessita di un repentino cambio di passo. Siamo un gruppo di donne e uomini provenienti da mondi ed esperienze diverse, ma legati dal comune intento di ridare dignità e prospettive alla nostra città in un’ottica di sviluppo e solidarietà.- spiegano nel comunicato ufficiale – Iniziativa Politica si forma quasi spontaneamente fra amici che da sempre si interessano di politica e da febbraio di quest’anno, si incontrano regolarmente tutte le settimane. Confrontandosi, nasce l’idea di provare a elevare il dibattito politico cittadino: nasce così l’idea di una scuola politica fatta di incontri con persone che hanno qualcosa da raccontare. Nel periodo della pandemia, in streaming si organizzano incontri con Andrea Morniroli, del Forum Disuguaglianze Diversità animato da Fabrizio Barca, con Emanuele Piazza, già assessore nella giunta Doria di Genova, con Mimmo Lucà, parlamentare Pd esperto di politiche sociali».

Iniziativa Politica si colloca nell’alveo del centro sinistra e ha intenzione di articolare il suo intervento politico e sociale secondo due importanti direttive. «In primo luogo – evidenzia la nota di Iniziativa Politica – vogliamo realizzare una “scuola di formazione politica” in città, in modo da formare i futuri amministratori e conoscere le migliori idee e pratiche, attuate in altre esperienze di governo degli enti locali. In secondo luogo vogliamo partecipare al dibattito cittadino in vista delle elezioni della prossima primavera. Le nostre idee si articolano in due aspetti: uno di merito e uno di metodo. Riteniamo che il campo progressista cittadino, aperto al civismo, debba ritrovarsi sui contenuti programmatici. A tal fine riteniamo necessario costruire un programma che metta al centro il cittadino, contrasti l’esclusione sociale e sia capace di promuovere uno sviluppo economico sostenibile e solidale». Per Iniziativa Politica,  pertanto, «il “tavolo del centrosinistra” è un punto di partenza ma per essere efficace deve promuovere la partecipazione e la discussione cittadina, . Crediamo che non possa esistere alcuna azione politica efficace senza strumenti che garantiscono l’effettiva partecipazione dei cittadini sia alla definizione dei contenuti programmatici, sia nella scelta del candidato sindaco. Il “tavolo di centrosinistra” diventerà forte e autorevole aprendosi e trasformandosi in una vera e propria “Assemblea cittadina del campo progressista”, in cui discutere e confrontarsi su temi e programmi. Il naturale sbocco di questo percorso sarà chiamare i cittadini dell’area progressista a dire la propria sul candidato sindaco. Le primarie di coalizione sono il solo strumento di partecipazione, utili sia a promuovere dibattito e confronto, sia ad evitare che la nomina del sindaco sia imposta dall’alto, come troppo spesso è accaduto in questa città» chiude il comunicato.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X