facebook rss

Super Green Pass:
controlli a tappeto in città,
bar chiuso per 5 giorni

ANCONA - Un dipendente di un locale di Collemarino è stato trovato dai carabinieri mentre era al lavoro senza il Green Pass. Sanzione da 400 euro per il titolare e provvedimento temporaneo di stop. Verifiche continue della certificazione verde alle fermate dei bus
Print Friendly, PDF & Email

La polizia durante i controlli alle fermate dei bus

 

Polizia, carabinieri e polizia locale sono stati impegnati per tutta la giornata nel verificare che il Green Pass venisse correttamente richiesto per accedere ai vari servizi per cui è necessario. 
I controlli sono iniziati fin dalle prime ore del mattino, soprattutto ai capolinea e alle fermate degli autobus, prese a campione.
Accertamenti in piazza Ugo Bassi, piazza Cavour ma pure lungo corso Garibaldi e nelle zone dove si tengono soprattutto i mercatini di Natale.
Proprio i mezzi Conerobus avevano ben esposti i nuovi avvisi con la breve descrizione che ricordava l’obbligatorietà, a partire da oggi, di avere il Green Pass per salire a bordo del mezzo pubblico.
Alle varie discese, dove ad attendere i viaggiatori erano presenti le forze dell’ordine, nessuno è stato trovato in difetto.
Controlli ovviamente anche nei locali e, proprio in un bar a Collemarino, i carabinieri hanno effettuato la prima sanzione e chiusura dovuta al fatto di non aver rispettato le regole.
Se nel locale erano infatti tutti muniti della certificazione, così non è stato per un dipendente. Per questo motivo il locale è stato chiuso per 5 giorni mentre il proprietario è stato sanzionato con 400 euro. Multa, da 600 a 1.500 euro, anche per il dipendente per essere stato trovato in difetto.

(al.big)

La polizia durante i controlli Green Pass

 

I carabinieri durante i controlli Green Pass

I carabinieri durante i controlli Green Pass

Debutta il super Green Pass: «Clienti preparati ai controlli Il terrore è la zona gialla»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X