facebook rss

Ancora vandali in azione:
distrutto defibrillatore semiautomatico

OSIMO - Nella notte appena trascorsa qualcuno si è divertito a danneggiare l'apparecchiatura installata vicino alle scale mobili dell'impianto di risalita di via Cinque Torri
Print Friendly, PDF & Email

Il defibrillatore danneggiato in via Cinque Torri a Osimo

 

Vandali di nuovo in azione a Osimo. Nella notte appena trascorsa qualcuno si è divertito a danneggiare il defibrillatore semiautomatico posizionato all’uscita delle scale mobili dell’impianto di risalita, in via Cinque Torri. L’apparecchiatura era stata donata, insieme ad altre, al Comune dal Rotary Club Osimo. A documentare il danneggiamento con tanto di foto pubblicate sui social media è stato il sindaco Simone Pugnaloni. «E’ stato distrutto il defibrillatore semiautomatico al Tiramisù. La citta’ è di tutti. Tutti dobbiamo contribuire a mantenerla bella e vivibile. Questi gesti invece fanno male al cuore e danneggiano tutti. Mi auguro che i colpevoli o chi ha visto qualcosa si facciano avanti». Sull’episodio indaga la Polizia. L’area del centro storico è video sorvegliata da molte spycam che potrebbero essere utili ad individuare gli autori del gesto. La Polizia locale ha già consegnato i filmati al Commissariato per permettere l’identificazione del possibile responsabile.  Da mesi imperversano nel salotto cittadino le baby gang. Nella stessa area di via Cinque Torri, qualche mese fa era accaduto un altro fatto di cronaca. Un giovane, perdendo l’equilibrio, era precipitato sulla tettoia di un immobile nella piazzetta della stazione di arrivo dell’impianto di risalita.

«Un defibrillatore ha l’uso più nobile di tutti: salvare vite. Averne a disposizione in punti strategici della città è fondamentale. La tempestività, infatti, in questi casi è tutto. Per questo iniziare il giorno di Natale con la notizia del vile atto vandalico che ha interessato il defibrillatore posizionato al Tiramisù non è stato bello per tutti noi della Cri Osimo. – è il commento di tutti i volontari del Comitato della Croce Rossa di Osimo, ogni giorno in prima linea per salvaguardare la salute dei cittadini – Siamo convinti che gesti come questi non cancellino tutto il bene che proviamo quotidianamente a fare, ma di certo non ci fa piacere. Vogliamo ricordare che un bene come questo è prezioso per tutta la comunità, per questo salvaguardarlo è nell’interesse della collettività».

Aggiunge il Rotary Club Osimo: «Il gravissimo atto vandalico della notte di Natale, a noi del Rotary ci ha fatto molto male, e vogliamo segnalarne tutta la sua gravità alle Istituzioni competenti alle varie agenzie educative, scuola, famiglia associazioni, e alla cittadinanza tutta. Non ci fa male per il danno economico, bensì perché testimonia l’assoluta mancanza del rispetto per la cosa pubblica, aggravata in questo caso dalla completa ignoranza dell’utilità dello strumento messo a disposizione del pubblico. Il defibrillatore serve per salvare vite; averlo a disposizione in punti strategici della città, permette di intervenire nei tempi utili per salvare una vita. Ci fa male che questo messaggio fatichi a passare, e ci auguriamo che questo episodio infausto faccia crescere nella cittadinanza la consapevolezza del vantaggio sanitario legato alla presenza dei defibrillatori. Da parte nostra sicuramente ci attiveremo per ripristinare il totem danneggiato e sicuramente sporgeremo denuncia per atti vandalici e furto alle autorità competenti».

Pezzi del defibrillatore lanciati nella piazzetta sottostante a via Cinque Torri, dove si trova la stazione d’arrivo del Tiramisù

 

Cade in piena notte da un muretto: giovane ricoverato in Rianimazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X