facebook rss

Una nuova area cani a Falconara

ANIMALI - Sgambatoio tra via Castellaraccia e via Buozzi
Print Friendly, PDF & Email

L’area cani

 

Nasce una nuova area cani a servizio della zona centro nord di Falconara. Lo spazio verde che è stato individuato dal Comune si trova tra via Castellaraccia e via Buozzi, sopra il parcheggio realizzato a servizio del condominio di recente costruzione che sorge tra via Buozzi e via Baldelli. Giovedì 30 dicembre la prima ‘sgambata’ ufficiale degli amici a quattro zampe, con il sindaco Stefania Signorini e alcuni rappresentanti del Comitato My Fido.

I lavori per la realizzazione dell’area, coordinati dall’ufficio Ambiente del Comune, hanno interessato un terreno di 400 metri quadri che è stato delimitato da una rete metallica alta circa due metri, cui si può accedere da un cancello posto lungo via Castellaraccia. All’interno è stata realizzata una fontana e l’area è stata completata da due panchine e mercoledì 29 Marche Multiservizi ha posizionato un cestino portarifiuti. L’illuminazione è garantita dai lampioni già presenti nel parcheggio di via Buozzi e lungo via Castellaraccia.

«Il progetto è stato realizzato per rispondere alle richieste dei proprietari di cani, anche in seguito a un confronto con rappresentanti di My Fido – dice il sindaco Signorini –. La nuova area sostituisce quella del giardino a gradoni ‘Giovanni XXIII’, conosciuto come il ‘parco dei frati’, che intendiamo riqualificare».

«La Giunta ha deciso di valorizzare l’area di via Castellaraccia, inutilizzata da circa 50 anni dopo la realizzazione dello svincolo dalla Variante alla Statale 16, per offrire ai proprietari dei cani nuovi spazi destinati ai loro animali nella zona centro nord della città – dice l’assessore al Decoro Romolo Cipolletti, che ha seguito la realizzazione del nuovo spazio –. I lavori hanno permesso di riqualificare il terreno, che è stato ripulito da rifiuti e vegetazione incolta, in particolare dai rovi. L’area verde Giovanni XXIII sarà destinata ai bambini, ai loro genitori e ai loro nonni, grazie a giochi e nuova pavimentazione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X