facebook rss

Via le barriere architettoniche:
interventi al Viale e Passetto

ANCONA - Stretto dal Comune un accordo quadro con una ditta per la durata di tre anni. Il primo contratto applicativo ha un valore di 150mila euro e consentirà di garantire la sicurezza dei pedoni e di coloro che hanno delle criticità motorie e visive tra il boulevard della Vittoria e la pineta
Print Friendly, PDF & Email

Viale della Vittoria in una foto d’archivio

 

Un piano per abbattere le barriere architettoniche della città. E’ il progetto sposato dall’amministrazione comunale che ha stretto un accordo quadro per tre anni con una ditta umbra per adeguare marciapiedi e percorsi, soprattutto a favore di cittadini con problemi visivi e motori. Il primo intervento, del valore di 150mila euro, si snoderà tra il viale della Vittoria e l’area del Passetto. In particolare, si interverrà sul lato destro – quello che punta verso il Monumento – del marciapiede del boulevard cittadino. Si legge nel documento istruttorio: «Il percorso pedonale al lato destro di Viale della Vittoria è in ottimo stato manutentivo e in parte adeguato alla normativa delle barriere architettoniche. All’ingresso dei passi carrabili la pavimentazione cambia tipologia, ma non è adeguata alla normativa delle barriere architettoniche in termini di predisposizione dei percorsi tattili, cosi come gli attraversamenti pedonali, che sono mancanti di adeguati segnali per l’attraversamento di chi è portatore di handicap motori e visivi».

La pineta del Passetto

Per quanto riguarda la zona del Monumento ai Caduti, «l’area al momento non è adeguata alle barriere architettoniche ed è mancante di percorsi che possano raggiungere il belvedere anche da parte di chi ha difficoltà motorie e visive. La zona della pineta è interessata da uno strato di ghiaia lavata bianca e le parti pavimentate sono solo quelle che raggiungono gli ascensori. Tale sistemazione non consente il normale transito per coloro che sono diversamente abili». L’intervento consiste principalmente nella installazione di appositi codici tattili del sistema Loges-Vet Evolution Live nei tratti indispensabili, che si integrerà alle cosiddette guide naturali. Il linguaggio tattile è realizzato mediante la posa in opera di percorsi costituiti da piastrelle, distinte a seconda dei codici di segnalazione, caratterizzate da un disegno in rilievo che è percepito facilmente sotto ai piedi e con il bastone bianco. Nel progetto in questione la scelta del materiale per la realizzazione del percorso tattile è ricaduta su
piastrelle in gres per quanto riguardano i marciapiedi, mentre per gli attraversamenti pedonali si è optato
per un percorso tattile in Pvc.
I semafori lungo gli attraversamenti che saranno privi di segnalazioni acustiche saranno integrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X