facebook rss

Tigli da abbattere in viale Trieste:
convocata la Commissione comunale

JESI - La seduta, con l'agronomo che offrirà spiegazioni tecniche, giovedì sarà trasmessa in diretta streaming. Intanto oggi le raffiche di vento hanno fatto rinviare gli interventi di potatura. Rifondazione Comunista: «Nel diffuso bla, bla, sui problemi ambientali ci si dimentica proprio del ruolo che su questa tematica svolgono le piante»
Print Friendly, PDF & Email

Viale Trieste

 

 

 

Su convocazione del presidente Nicola Filonzi, la Commissione consiliare Gestione del Territorio si riunirà giovedì pomeriggio (ore 16.45) per discutere l’abbattimento dei 12 tigli di Viale Trieste disposto dall’Area Servizi Tecnici a seguito della relazione presentata dall’agronomo a cui era stato affidato l’incarico per effettuare tutti gli accertamenti tecnici sullo stato di salute delle piante. «L’incontro, che vedrà la partecipazione dei tecnici, – fa sapere una nota del Comune di Jesi – consentirà di illustrare pubblicamente la relazione svolta dal professionista e capire le motivazioni alla base delle quali è stato prescritto l’abbattimento dei 12 tigli. La seduta sarà trasmessa in diretta streaming nel sito internet del Comune di Jesi, consentendo pertanto a chiunque di potervi assistere. A proposito di tale abbattimento, a differenza di quanto sostenuto da taluni, va chiarito che non sarà un intervento previsto a breve, dal momento che in questa fase di fermo vegetativo legato al periodo invernale i lavori sono concentrati esclusivamente sulle potature degli alberi presenti in città, secondo il crono-programma stilato dall’Area Servizi Tecnici».

Restando in tema, le raffiche di vento della giornata odierna hanno rinviato gli interventi di potatura ai rami di tutti gli altri tigli di viale Trieste che si presentano in buona salute. Dal momento che per tale intervento è richiesto l’intervento di un addetto con la qualifica di potatore certificato, sarà concordato con lo stesso un diverso giorno per tali lavori.

Il Partito della Rifondazione Comunista resta comunque perplesso sulla operazione di abbattimento dei 12 tigli.«Dalla legislatura provinciale del 1994-1998 e le amministrazioni locali, non ci sono piu’ stati interventi che si ponevano il problema della viabilita’ e vivibilita’ di quel viale. Il parcheggio scambiatore che si trova a ridosso della stazione e’ lasciato pressoche’ all’abbandono e non merita neanche un cartello stradale che lo indichi. Recentemente la locale caserma della Polizia di stato si e’ insediata nelle vicinanze, poteva essere l’occasione per aggiornarla ma ogni speranza e’ stata vana. Non sono servite le e mail, i post. Da molti anni ormai la popolazione vive senza avere notizie dei livelli di inquinamento della via in cui abita, le famose polveri sottili (Pm10) sono improvvisamente scomparse. Le macchine che stazionano lungo il viale dal mattino presto sino alle prime ore del pomeriggio improvvisamente la norma, la consuetudine».

Prc ricorda inoltre che anche i «progetti per un trasporto urbano piu’ confacente ai livelli di vivibilita’ europei, sono stati completamente abbandonati. Autobus di dimensioni ridotte che non devastassero le strade jesine relegati a chiacchiere da bar o da sogni utopici, chi ricorda piu’ i tanto evocati “Pollicino”? Oggi arriva come una doccia fredda la comunicazione che per motivi di sicurezza e di fine vita 12 tigli debbono essere abbattuti, purtroppo in tante citta’ italiane, Ancona docet, sono notizie quasi giornaliere, con grave danno alla vivibilita’, all’aspetto dei nostri rioni e parchi. Nel diffuso bla, bla, sui problemi ambientali ci si dimentica proprio del ruolo che su questa tematica svolgono le piante». Prc auspica pertanto che «da un male nasca un bene, confidando nello spirito partecipativo della popolazione, ci piace pensare che la vicenda Caterpillar, abbia evocato e rianimato l’animo profondamente democratico di questa citta’, le sue tradizioni migliori, solidaristiche, combattenti per la democrazia e la partecipazione popolare . Molto modestamente cercheremo di fare la nostra parte e daremo il nostro contributo».

 

Tigli da abbattere in viale Trieste: protestano i residenti, per il Comune «a rischio la pubblica incolumità»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X