facebook rss

Rissa tra giovanissimi agli Archi:
dopo le denunce, arrivano i Daspo

ANCONA - I quattro provvedimenti, della durata di un anno, sono stati disposti dal questore Cesare Capocasa, su istruttoria della Divisione Anticrimine
Print Friendly, PDF & Email

Le Volanti durante alcuni controlli (Archivio)

Lo scorso 6 giugno, i carabinieri del Norm di Ancona avevano denunciato 4 giovani, due del Bangladesh e altri due di origine pakistana, responsabili di una violenta rissa avvenuta prima in via Marconi e quindi in via Rupi di via XXIX Settembre, durante la quale erano state utilizzate mazze e coltelli.
L’episodio, oggetto di attenta valutazione da parte della Divisione Anticrimine della questura di Ancona per l’immediato allarme sociale e per la connotazione nell’ambito delle possibili bande giovanili, data anche la provenienza etnica diversa dei giovani coinvolti, ha determinato l’emissione di 4 provvedimenti Daspo Urbani, di competenza del questore, volti a impedire prontamente il possibile ripetersi di comportamenti simili.
A seguito di istruttoria della Divisione Anticrimine della Polizia di Stato, nei confronti dei 4 giovani è stato disposto il Dacur, per la durata di 1 anno, per la zona compresa tra via Marconi e via XXIX Settembre, con il divieto di accedere ai locali della zona o stazionarvi vicino.
Sono oltre 50 i Daspo Urbani emessi dal questore Cesare Capocasa, dal mese di novembre ad oggi, grazie all’importante opera di prevenzione messa in atto dalle Forze dell’Ordine nel capoluogo e nella provincia di Ancona.
«E’ necessario stigmatizzare quelle condotte – ha detto il questore – che denotano una particolare tendenza alla violazione delle norme di convivenza civile, per assicurare invece l’ordine e la sicurezza dei cittadini e dell’intera comunità».

Doppia rissa in strada: tre feriti, uno è minorenne

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X