facebook rss

Tigli di Viale Trieste,
moratoria per l’abbattimento

JESI - L’Amministrazione comunale aveva concordato con gli uffici l’abbattimento dei soli 4 esemplari in condizioni di ineluttabile degrado dei 12 programmati ma ha ritenuto utile concedere la possibilità di un ulteriore esame al Comitato dei Garanti del Verde che, attraverso un tecnico dovrà  confutare le risultanze scientifiche già in possesso dei funzionari e certificare l’assenza della situazione di pericolo per la pubblica incolumità
Print Friendly, PDF & Email

I tigli di viale Trieste a Jesi

 

«L’Amministrazione comunale di Jesi ha sempre auspicato un confronto aperto con la città. L’abbattimento dei tigli di Viale Trieste è questione di grande interesse e già il 4 luglio scorso sono stati convocati i componenti del Comitato dei Garanti del Verde per analizzare insieme i risultati della tomografia che consigliava l’abbattimento di 12 esemplari, di cui 4 individuati come molto pericolosi per la pubblica incolumità». Lo fa sapere una nota del Comune di Jesi. Dopo il confronto, anche grazie all’approfondimento effettuato con il redattore della perizia, l’Amministrazione comunale aveva concordato con gli uffici l’abbattimento dei soli quattro esemplari in condizioni di ineluttabile degrado concedendo quindi diversi giorni (dal 4 luglio ad oggi) al Comitato per far pervenire eventuali perizie alternative, che, ad oggi, non sono arrivate.

«Di fronte a ciò – prosegue il comunicato – abbiamo però visto prendere posizione pubblica al dottor Daniele Zanzi, agronomo già indicato anche dal Comitato dei Garanti del Verde come professionista di riferimento, il quale ha suggerito una moratoria all’abbattimento programmato. Siamo certi che tali considerazioni poggino sulla base di un esame attento delle risultanze scientifiche che avevano indicato l’oggettiva pericolosità dei quattro esemplari di tiglio, anche alla luce di eventi atmosferici anomali che possono influire sulla stabilità di quelle alberature. L’Amministrazione comunale pertanto ha ritenuto utile concedere la possibilità di un ulteriore esame al Comitato dei Garanti del Verde che, attraverso lo stesso Zanzi, dovrà  confutare le risultanze scientifiche già in possesso degli uffici e con apposita controperizia certificare l’assenza della situazione di pericolo per la pubblica incolumità procurata dai tigli di Viale Trieste. In caso contrario, l’Amministrazione comunale – conclude la nota – si vedrà purtroppo costretta a procedere a stretto giro con l’abbattimento programmato dei quattro tigli più instabili riservando la piena disponibilità, a tutti gli interessati, alla costruzione di un patto di collaborazione che consenta e rafforzi la cura del verde e la relazione tra cittadini e cittadine e gli spazi della nostra città».

 

«Smog, marciapiedi e sottoservizi hanno danneggiato i tigli di viale Trieste»

Tigli di viale Trieste, ricevuti in Comune i firmatari della petizione

Tigli da abbattere in viale Trieste: convocata la Commissione comunale

Tigli da abbattere in viale Trieste: protestano i residenti, per il Comune «a rischio la pubblica incolumità»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X