facebook rss

Mancinelli candidata alle Politiche?
Francesco Rubini:
«Siamo alla democrazia ornamentale»

ANCONA - Il consigliere de 'L'altra Idea di Città' nonchè candidato sindaco per le Comunali 2023, chiede alla prima cittadina di chiarire se si dimetterà prima della fine del suo mandato «nel rispetto degli elettori ai quali ha chiesto il voto direttamente per conoscere la loro opinione sulla nomina dell'eventuale reggente che continuerà al suo posto la consiliatura»
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Rubini

 

«Apprendo dalla stampa della ventilata ipotesi di una candidatura della sindaca di Ancona alle prossime elezioni politiche con conseguenti eventuali dimissioni dalla carica. Se questa eventualità dovesse concretizzarsi si prefigura la nomina di un reggente di sua fiducia ed il rinvio delle Primarie del Pd. La sindaca dovrebbe o smentire la notizia o, nel rispetto degli elettori ai quali ha chiesto il voto direttamente, chiedere a questi che opinione hanno della nomina di un reggente che continua al suo posto la consiliatura e del gradimento che questo ha tra il suo elettorato». A chiedere chiarezza è il consigliere comunale di minoranza Francesco Rubini che ha già ufficializzato la sua candidatura a sindaco con il sostegno di Aic alle elezioni comunali di Ancona del 2023. «Per non parlare di questioni che attengono all’autonomia del suo partito già in campagna per le Primarie – sottolinea Rubini – e sulle quali per rispetto non entro nel merito. Sindaca, candidata alle politiche, designatrice del reggente; siamo arrivati al cumulismo delle cariche ed alla democrazia ornamentale da salotto. Noi continuiamo con il confronto con i cittadini le assemblee pubbliche e la partecipazione come faro di una nuova qualità del vivere e dell’amministrare ad Ancona».

Sullo slittamento delle Primarie a una data successiva a quella già fissata del 13 novembre la coalizione di centro sinistra sta discutendo da pochi giorni. Lo scenario è cambiato dopo la crisi del governo Draghi, lo scioglimento delle Camere e la fissazione delle Politiche per il prossimo 25 settembre. La decisione su una nuova data per le Primarie potrebbe arrivare dalla riunione convocata per stasera dalla coalizione e dal Comitato organizzatore. Il sindaco di Ancona, potrebbe anticipare di 6 mesi la scadenza del suo mandato amministrativo dimettendosi entro il termine di giovedì prossimo (nei 7 giorni successivi al decreto di scioglimento del Parlamento) per accettare di candidarsi per le elezioni politiche di settembre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X