facebook rss

Prende a calci un’auto
bestemmia e insulta i poliziotti:
raffica di denunce per un 27enne

ANCONA - L'uomo è stato sanzionato anche per ubriachezza. Irregolare sul territorio, verrà avviata la procedura di espulsione
Print Friendly, PDF & Email

La polizia al Piano (Archivio)

Intervento delle Volanti, durante la notte, in via Cristoforo Colombo all’angolo con piazza Ugo Bassi, per un giovane che stava danneggiando un’auto in sosta.
La segnalazione era giunta alla centrale operativa della questura.
Gli agenti, giunti sul posto, hanno notato l’uomo appurando poi che era un amico del richiedente l’intervento, che stava in quel momento cercando di calmarlo senza però riuscirci.
Palesemente in stato di agitazione, una volta identificato è risultato un 27enne dell’Ecuador con numerosi precedenti penali per reati contro la persona, contro la Pubblica Amministrazione, contro il patrimonio, nonché altri in materia di armi, stupefacenti e immigrazione.
Bloccato dai poliziotti, il 27enne ha iniziato a dimenarsi cercando di sfuggire al controllo di polizia.
Ubriaco, continuava a insultare i poliziotti e a bestemmiare
Fatto salire sulla Volante e accompagnato in Questura per i necessari accertamenti, si è proceduto a ricostruire la vicenda, grazie anche alla testimonianza dell’amico che, poco prima di mezzanotte, aveva sentito dei forti rumori provenire dalla strada, via Cristoforo Colombo, vedendo poi il 27enne prendere a calci, senza motivo, l’auto al punto di rompere anche il fanalino posteriore destro.
Il giovane è stato quindi denunciato per i reati di danneggiamento aggravato dall’esposizione alla pubblica fede della vettura, di oltraggio a Pubblico Ufficiale, violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale.
Lo straniero è stato pure sanzionato per ubriachezza e per aver bestemmiato in pubblico.
A seguito degli accertamenti preliminari è risultato inoltre irregolare in Italia e, per questo, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di soggiorno irregolare. La sua posizione sarà valutata dall’Ufficio Immigrazione al fine di avviare la procedura di espulsione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X