facebook rss

Cade in casa e muore a 20 anni:
donati gli organi
come ultimo gesto d’amore

LORETO - Dopo l'incidente, domenica scorsa, Daniele Perna era arrivato in condizioni critiche al Pronto soccorso dell'ospedale di Torrette dove è deceduto. Sabato i funerali sotto la tensostruttura della parrocchia di San Flaviano a Villa Musone. Il commovente ricordo dei docenti dell'Einstein Nebbia: «Hai allargato i nostri cuori e ti ci sei accoccolato dentro»
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ scivolato in casa, domenica scorsa, a Loreto ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette. E’ arrivato in condizioni già critiche al pronto soccorso Daniele Perna e si sono rivelati vani tutti i tentativi dei medici di risvegliarlo dallo stato di coma. Dopo tre giorni di agonia oggi il giovane lauretano, con problemi di salute, si è spento a soli 20 anni. Una tragedia, la sua, che salverà altre vite. Come ultimo, grande gesto d’amore, i familiari straziati dal dolore, hanno infatti deciso di donare i suoi organi per dare speranza di guarigione  ad altri malati.

Daniele Perna

La storia di un angelo che ha commosso la città mariana dove la famiglia Perna è molto conosciuta. Daniele era figlio di Graziano Perna, titolare con la moglie Manuela dell’omonima azienda di Villa Musone che produce paste alimentari. Lo piangono anche i fratelli Nicola e Mattia, quest’ultimo calciatore della Filottranese che ha militato per anni anche nella Vigor Castelfidardo. Alla sofferenza dei familiari, dei parenti per questa scomparsa prematura, in queste ore si sono uniti con messaggi di cordoglio i dirigenti e gli atleti delle due società sportive, gli amici di Villa Musone e della spiaggia ‘Gruppo Skossicci, il gruppo comunale della Protezione civile di Loreto.

Struggente il ricordo dei docenti dell’Istituto ‘Einstein Nebbia’ di Loreto che Daniele aveva frequentato.«Sei stato con noi per 4 anni. Abbiamo imparato a stare con te. – scrivono sulla pagina Fb della scuola superiore – Ci hai insegnato a comunicare senza parlare, a comprendere i tuoi silenzi. Dopo averti incontrato, siamo diventati persone nuove. Hai allargato i nostri cuori e ti ci sei accoccolato dentro. I nostri cuori erano più piccoli prima di conoscere te, Daniele. Forse, ti abbiamo insegnato poche cose. Di certo tu ci hai trasformati. Guardaci dall’alto, adesso che hai le ali, angelo nostro. Ciao Daniele». La messa di addio per Daniele sarà celebrata sabato prossimo, 1 ottobre, alle 15.30, sotto la tensostruttura della parrocchia di San Flaviano a Villa Musone di Loreto. I suoi affetti hanno chiesto di ricordalo non con fiori ma con donazioni e opere di bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X