facebook rss

A fuoco un albero e un cestino
poi la scritta contro il sindaco:
«Gesto chiaramente intimidatorio»

CAMERANO - Il raid è stato effettuato nella notte ma gli autori sono stati ripresi dalle telecamere comunali di piazza Roma. Le indagini sono in corso da parte di Polizia Municipale e carabinieri per risalire alle loro identità
Print Friendly, PDF & Email

La scritta comparsa sul muro a Camerano

Atti vandalici nella notte a Camerano.
Tra mercoledì e oggi, è stato dato fuoco a un albero illuminato, situato in piazza Roma davanti all’ex sede della Bcc. Bruciato, in parte, è andato anche un cestino. Infine, una scritta contro il sindaco è stata fatta con lo spray di colore nero, su un muro, riportante la frase: «Ultimo avviso. Oriano Dimettiti».
«Si tratta di un gesto chiaramente intimidatorio – ha commentato il primo cittadino, Oriano Mercante – a danno di un bene della collettività, atto a fomentare nel paese un clima di odio e violenza. Le scritte minacciose rivolte alla mia persona, non fanno altro che rendere ignobile il gesto che, chiaramente, qualifica da sé chi lo ha compiuto ma che certamente non scalfisce la determinazione della giunta comunale ad andare avanti».
Il sindaco aggiunge che «auspico che anche le forze di opposizione, in considerazione del principio del rispetto

L’albero incendiato

istituzionale e del dettato costituzionale, si dissocino, esprimendo piena solidarietà e massima condanna all’atto compiuto».
Quelli messi in atto nella notte non sono i primi episodi di vandalismo a Camerano. Già lo scorso dicembre, ignoti avevano bruciato l’albero di Natale addobbato in piazza Roma. «Gesto incommentabile, incivile e codardo – commenta il Comune – aggravato dal significato che il bene danneggiato rappresentava per l’intera comunità Cameranese».
Nel frattempo, indagini sono in corso da parte degli uomini della Polizia Municipale e dei carabinieri, subito attivatisi per rintracciare i responsabili ripresi dalle telecamere di videosorveglianza che si trovano in piazza Roma.
Indubbiamente chi ha agito nel cuore della notte, aiutato dal buio, ha impiegato decine di minuti per mettere a segno i tre differenti blitz. Le persone che hanno compiuto il raid, infine, potrebbero anche essere state notate da qualche cittadino la cui testimonianza sarebbe utile per accelerare le indagini.

 

 

 

 

 

Il cestino dei rifiuti incendiato

L’albero incendiato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X