facebook rss

Rubano i fiori sulla ‘panchina rossa’:
i ladri non risparmiano nemmeno
l’omaggio floreale per Ilaria Maiorano

OSIMO - L'appello a non portarsi via i nuovi mazzi deposti sull'arredo-simbolo contro la violenza sulle donne nei giardini di Piazza Nuova, è stato scritto a penna su un biglietto bianco e sull'involucro di carta. Il gesto ha sollevato l'indignazione sui social
Print Friendly, PDF & Email

I tre mazzi di fiori legati alla ‘panchina rossa’ di Piazza Nuova, ad Osimo, con i biglietti che invitano a non rubarli

 

«Non rubare i fiori». L’appello, scritto una volta con una penna su un biglietto bianco e due sulla carta dell’involucro, è comparso questa mattina su alcuni mazzi floreali che mani pietose hanno legato sulla ‘panchina rossa’ di Piazza Nuova con molta probabilità per ricordare Ilaria Maiorano. La 41enne è stata trovata morta martedì scorso nella sua abitazione di Padiglione e il marito è in stato di fermo in carcere con l’accusa di omicidio volontario. Si, i fiori sono stati letteralmente legati, ancorati allo schienale di quell’arredo-simbolo dei giardini storici di Osimo, donato alla città dal Rotary Club il 25 novembre 2017 in occasione della ‘Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne’ promossa dall’Onu proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa ferita sociale.

L’invito a non portarsi via quelle due rose rosse e i fiori gialli, lascia presupporre che i precedenti omaggi di fiori, deposti in precedenza sulla stessa panchina siano stati rubati,  si siano volatilizzati per sparire nel nulla. L’episodio, che non risulta essere stato denunciato alle forze dell’ordine ma che è stato raccontato questa mattina sui social, ha sollevato indignazione. Nel giallo che si è profilato, qualcuno ha ipotizzato che il gesto delicato di questo dono floreale porti la firma dei compagni di scuola e delle insegnanti delle bambine della giovane  mamma uccisa nel casolare di via Montefanese.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X