facebook rss

La versione del marito di Ilaria:
«Una lite per motivi di gelosia,
poi c’è stato un incidente» (Video)

DELITTO A OSIMO - Tarik El Ghaddassi ha reso un interrogatorio durato diverse ore, è accusato di omicidio volontario aggravato per aver ucciso la consorte Ilaria Maiorano, 41 anni. In serata sarà portato in carcere a Montacuto. Il suo legale, Domenico Biasco, al termine di diverse ore di interrogatorio: «Ha detto che si sono spintonati a vicenda, c'è stata una colluttazione. Emotivamente è distrutto»
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri sul posto

di Maria Paola Cancellieri (foto Giusy Marinelli)

Un litigio per motivi di gelosia che è finito male. Questo ha raccontato agli inquirenti il 41enne Tarik El Ghaddassi, che da questa sera è in stato di fermo per omicidio volontario aggravato della moglie Ilaria Maiorano, 41 (ne avrebbe compiuti 42 il 15 novembre). L’uomo ha reso interrogatorio tra molte difficoltà. Ad assisterlo il suo legale, l’avvocato Domenico Biasco, che intorno alle 22 è uscito dalla caserma dei carabinieri di Osimo.

L’avvocato Domenico Biasco all’uscita della caserma dei carabinieri

«Il mio assistito ha tentato di rendere l’interrogatorio, ma la cosa che ha pesato è la tragedia che si è consumata oggi: una giovane donna è morta e due figli hanno perso la madre, questa la cosa più grave». Su cosa è avvenuto nella casa di via Montefanese, in località Padiglione di Osimo, dove Ilaria e Tarik vivevano con le due figlie, il 41enne marocchino ai carabinieri e al pm Daniele Paci ha spiegato: «che c’è stato un litigio dentro casa – dice l’avvocato Biasco -, pare sia stato un incidente. È andato oltre le sue intenzioni, in buona sostanza. Saranno necessari comunque necessari degli accertamenti tecnici, come l’autopsia e l’analisi dei cellulari».

Il pm Daniele Paci questa sera all’uscita della caserma dei carabinieri

Il 41enne è entrato anche più nel dettaglio di quanto accaduto: «Ha detto che si sono spintonati a vicenda, lui aveva dei segni addosso, presumibilmente di una colluttazione. Tante verifiche andranno fatte sulla scorta di quello che ha detto» continua il legale. Il corpo della donna questa mattina sarebbe stato trovato in camera da letto. Non è chiaro se le figlie della coppia, in casa ma rimaste in cortile, abbiano assistito al diverbio poi denegerato.

Ilaria Maiorano

Nel corso dell’interrogatorio (il 41enne è rimasto nella caserma dei carabinieri per molte ore, dalle 11 circa), in cui il 41enne si è sentito poco bene, ha spiegato i motivi del litigio: «pare ci fosse qualche ruggine dovuta a motivi di gelosia. È stato un racconto pesante e faticoso, abbiamo chiamato anche una interprete perché alcuni passaggi erano incomprensibile. Ho avuto difficoltà anch’io a parlarci perché è emotivamente distrutto – continua il legale -. Non ha ricostruito benissimo, c’è stato questo incidente. Ha bisogno di riprendere forze, oggi ha voluto sostenere questo interrogatorio ma è stato molto molto faticoso». Il pm Paci all’uscita della caserma si è limitato a confermare che c’è stato un fermo. El Ghaddassi in serata sarà portato in carcere a Montacuto.

 

Omicidio di Ilaria, marito in caserma da ore L’avvocato: «Attendiamo l’interrogatorio» I vicini: «Persone riservate»

Omicidio in casa a Osimo, massacrata di botte una 41enne: fermato il marito (Foto-Video)

Il marito della donna esce sull’auto dei carabinieri

Il Pm Paci esce della caserma

I carabinieri sul posto

A sinistra, tra gli alberi, il casolare di via Montefanese 149 (di proprietà di un istituto religioso), a Padiglione, dove si è consumata la tragedia

L’abitazione dove è avvenuto il delitto

L’analista forense Luca Russo

Francesco_Busardò, il medico legale arriva in caserma

Omicidio di Ilaria, marito in caserma da ore L’avvocato: «Attendiamo l’interrogatorio» I vicini: «Persone riservate»

Omicidio in casa a Osimo, massacrata di botte una 41enne: fermato il marito (Foto-Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X