facebook rss

L’ultimo saluto a Sergio Novelli

ANCONA - Chiesa della Misericordia piena per dare l'addio all'avvocato ed esponente storico della destra anconetana
sabato 28 gennaio 2017 - Ore 18:22
Print Friendly, PDF & Email

Chiesa della Misericordia piena per l’ultimo saluto a Sergio Novelli

Roberto Novelli, Antonio Recchi e Giovanni Zinni portano a spalla il feretro

 

Una chiesa della Misericordia piena e il ricordo commosso di chi ha condiviso con lui tanti anni di passione politica, così la città ha detto addio a Sergio Novelli, avvocato e storico esponente della destra locale. In tanti hanno partecipato ai funerali di Novelli, scomparso giovedì a 55 anni dopo aver lottato dal 2009 con le gravi conseguenze di un ictus. Tra gli altri anche il sindaco di Jesi Massimo Bacci, commercialista collega del fratello di Sergio, Roberto Novelli, insieme con l’ex deputato Carlo Ciccioli, l’ex consigliere regionale Giovanni Zinni, il consigliere comunale Fi Daniele Berardinelli, l’ex consigliere comunale Luca Piergiacomi, l’ex assessore Antonio Recchi, diversi colleghi del foro di Ancona, come Nando Piazzolla e Michele Andreano, non è voluto mancare alla cerimonia nemmeno il rappresentante della comunità islamica Mohamed Nour Dachan.

Sergio Novelli

Don Bartolomeo Perrone ha salutato Novelli citando San Paolo: “Ho combattuto la buona battaglia”. “Sergio ci ha arricchito e insegnato i valori veri per chi fa attività politica. La persona più intelligente e generosa che abbia mai conosciuto” ha ricordato Piergiacomi. Per Giovanni Zinni è stato un “uomo di grande profondità di pensiero, di cui si sente la mancanza oggi che nelle istituzioni c’è aridità”. “Caparbio – ha aggiunto Zinni – credo che abbia pagato anche il prezzo in salute per questi suoi sacrifici di ore e passione”. Il feretro è stato portato a spalla fuori dalla chiesa dal fratello di Sergio, dal nipote, Zinni, Piergiacomi e Recchi. All’uscita del feretro dalla chiesa non sono mancati i saluti romani di un gruppo di estrema destra.

(e. ga.)

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X