facebook rss

Festa in questura per i 90 anni di
Maria Caterina Matera

ANCONA - La prima donna poliziotto della città è stata festeggiata dai colleghi. Il questore Capocasa: "Un esempio per tutti. Una pioniera. E' anche grazie a lei se oggi le poliziotte sono quasi più numerose dei poliziotti. Più studiose, preparate e determinate"
venerdì 3 Marzo 2017 - Ore 20:55
Print Friendly, PDF & Email

La torta di compleanno per i 90 anni di Maria Caterina Matera

 

di Agnese Carnevali

Questura in festa oggi per i 90 anni di Maria Caterina Matera la prima poliziotta di Ancona (leggi l’articolo). Tanti i colleghi che l’hanno conosciuta tra gli uffici di via Gervasoni che oggi non sono voluti mancare per farle gli auguri di persona. Anche il questore, Oreste Capocasa, benché in ferie, era presente per portare il suo omaggio ad una pioniera della polizia di Stato, come ha ricordato lo stesso Capocasa.  «È stata un esempio per tutti – ha affermato Capocasa -. La decisione di festeggiare questa data importante qui in questura dimostra il suo attaccamento alla polizia e la presenza così numerosa qui oggi, a quasi trent’anni dalla pensione, significa davvero che ha lasciato un segno nelle persone che ha incontrato e che hanno avuto la fortuna di lavorare con lei». Non poche le difficoltà che Maria Caterina, arrivata ad Ancona nel ’62, dopo il corso di formazione a Roma, ha dovuto affrontare anche sul luogo di lavoro quando ancora le donne erano viste un po’ come delle intruse e di fatto non erano ancora equiparate ai loro colleghi uomini. Erano infatti civili con la qualifica di ufficiali della polizia giudiziaria, non portavano l’arma e si occupavano quasi esclusivamente di casi che riguardavano donne e minori. La strada per l’ugualianza in salita e non priva di momenti di sconforto per Maria Caterina, la cui determinazione l’ha però portata a realizzare il suo desiderio e a vivere una carriera appagante, come la stessa Matera racconta nel suo libro “Ricordi”, scritto ai tempi della pensione, raggiunta nel 1987. Da quei giorni, e dopo la riforma della polizia di Stato dell’81 molte cose sono cambiate. A sottolinearlo il questore Capocasa. «Oggi il numero delle poliziotte è quasi superiore a quello dei poliziotti. Più studiose, più preparate e determinate sono le donne ad ottenere i migliori risultati nei concorsi. Ma se oggi si sono raggiunti questi risultati è stato anche grazie a donne come Maria Caterina Catena e Fernanda Santorsola».

da sinistra la festeggiata Maria Caterina Matera e Fernanda Santorsola, prima donna in Italia ad assumere il ruolo di dirigente della squadra mobile di Ancona

Ed era presente anche lei, Fernanda Santorsola, altro pilastro della questura di Ancona, prima donna in Italia a diventare primo dirigente della squadra mobile. A stringersi attorno a Maria Caterina, i tanti colleghi che hanno avuto modo di conoscerla nella sua lunga carriera, anche il capo di gabinetto Stefania Marrazzo, il vicario del questore Pasquale Barreca, il capo upgsp volanti Cinzia Nicolini.

Non poteva mancare il soffio sulle candeline ed il taglio della torta per la decana della questura di Ancona.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X