facebook rss

Welcome to Ancona:
parte la stagione
dei 55mila crocieristi

CROCIERE - Venerdì la prima toccata della Sinfonia, presentata la 12esima edizione del progetto di accoglienza turistica tra conferme e novità. Si rafforza il legame con Msc: "Ancona meta programmata per i prossimi due anni, inserita nei cataloghi che stanno girando in tutto il mondo"
mercoledì 7 giugno 2017 - Ore 17:13
Print Friendly, PDF & Email

Msc Sinfonia (foto d’archivio)

 

di Agnese Carnevali

Ancona pronta a trasformarsi in meta turistica per la stagione crocieristica. La prima delle 18 toccate di Msc Sinfonia del 2017, con i suoi 2.560 passeggeri, è prevista per le 9 di venerdì 9 giugno per una sosta lunga fino alle 18. Per il 2017 si punta a sfondare la quota dei 55 mila crocieristi, in attesa della realizzazione dell’home port, il progetto del nuovo terminal crociere che dovrebbe fare di Ancona la casa base delle rotte Msc nel Mediterraneo e che dovrebbe portare in città 300mila persone all’anno. La compagnia intanto “blinda” la sua presenza in città per i prossimi due anni. Oltre ai 18 scali di Msc, che arriverà ogni venerdì fino al prossimo 6 ottobre, ci saranno altri 12 arrivi di crociere che non effettueranno toccate regolari.

IL PROGRAMMA DI ACCOGLIENZA

Riparte, dunque, Welcome to Ancona, il programma di marketing territoriale ed accoglienza turistica della Camera di Commercio di Ancona che da 12 anni scandisce l’estate dorica. Ma parte anche una rinnovata proposta turistica e culturale che inviti i croceristi – ma l’attenzione è rivolta anche al milione di passeggeri in transito per l’imbarco e lo sbarco dei traghetti – a rimanere in città. Il calendario degli appuntamenti illustrato dal presidene dell’ente camerale Giorgio Cataldi.

La novità con cui si apre la stagione è la mostra “From Tiziano to Tiziano”, allestita alla Pinacoteca civica ed inserita all’interno del Walking tour del centro storico della città. Un excursus nella produzione del maestro del Rinascimento dalla sua prima opera autografa, la cosiddetta Pala Gozzi, che verrà esposta accanto ad uno degli ultimi capolavori dell’artista, la Crocefissione e ad un’altra tela custodita nella chiesa di San Domenico.

L’accoglienza scatta già da sotto bordo. Non solo grazie al nuovo ufficio turistico che, per il secondo anno consecutivo, si trova nella sede all’interno del porto, agli ex magazzini del sale, ed al wi fi gratuito, ma anche alla nuova Fontana dei Due Soli. L’opera d’arte del maestro Enzo Cucchi, un monumento da ammirare e da vivere. Punto di interesse turistico, nel cuore del golfo antico, luogo di sollievo e refrigerio, che segna un itinerario che  tocca anche l’arco di Traiano, quello Clementino fino alla Lanterna Rossa con la street art di Ics ed il suo murales dedicato a Monica Vitti. L’acqua, il simbolo di questa stagione, tanto che venerdì un gruppo di studenti delle scuole della città ne offrirà da bere ai turisti scesi a terra per valorizzare la fonte di Gorgovivo che fornisce Ancona, ultima tappa di un progetto educativo che ha scandito l’intero anno scolastico.

Confermate le escursioni nella provincia: Grotte di Frasassi, Jesi, Riviera del Conero, mentre si potenzia l’offerta del capoluogo. Non solo la mostra “From Tiziano to Tiziano”, ma anche gli allestimenti alla Mole dove saranno visitabili fino al 25 giugno Steve McCurry Icons e fino al 9 luglio l’esposizione “Mimmo Paladino e i giovani artisti”, oltre alle 11 opere che rimarranno all’ex Lazzaretto dopo la conclusione della mostra scultorea Ecce Homo. La stessa Mole diventa un monumento visitabile, con la prossima inaugurazione della marcia ronda che consentirà di vedere Ancona da una prospettiva diversa. Tra i punti di interesse, anche la Loggia dei Mercanti che sarà aperta al pubblico ogni venerdì. E sempre ogni venerdì, in partenza alle 15 da Santa Maria della Piazza, il tour guidato “Scrigni sacri schiusi”.

«Abbiamo lavorato insieme istituzioni pubbliche e privati affinché Ancona potesse offrire qualcosa di nuovo ed una qualità turistica elevata che possa giustificare la permanenza dei crocieristi in città – le parole dell’assessore alla Cultura Paolo Marasca -. Questo senza dimenticare che Ancona è anche una porta verso tutto il territorio. La città deve essere una vetrina per tutta la regione. Vogliamo garanire l’offerta culturale e stupire. Avremo la mostra su Tiziano in Pinacoteca che ad un anno dalla sua riapertura ha già fatto 5 volte il numero di visitatori fatti tra il 2009 ed il 2013». L’affermazione turistica di Ancona, sottolineata anche alla responsabile del Turismo della Regione, Marta Paraventi.

LA PARTNERSHIP CON MSC

Un impegno ed un lavoro a servizio di crocieristi e passeggeri, che Ancona spera di trasformare in turisti, che rafforza il legame tra la città e la compagnia Msc, che per mezzo del suo direttore vendite, Luca Valentini, conferma la volontà di continuare ad investire su Ancona, già inserita nei cataloghi dei prossimi due anni. «Abbiamo trovato piena disponibilità da parte del tessuto territoriale e lavoreramo anche noi per regalare l’esperienza Ancona ai nostri clienti in un ottica di sistema – afferma -. Abbiamo scelto Ancona quando eravamo una piccola compagnia ed Ancona continuerà ad essere al centro dello sviluppo di Msc. Abbiamo già i prossimi due anni programmati per la città, inserita nei nostri cataloghi distribuiti in più di 50 Paesi del mondo».

Ancona dunque alla ribalta del mondo. Un risultato determinato da «orgoglio e passione e non solo da interesse – commenta il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri -. Ci siamo posti un obiettivo ed abbiamo remato tutti dalla stessa parte per raggiungerlo e ci siamo riusciti. Abbiamo accettato una sfida lo scorso anno portare una nave da 275 metri su una banchina da 200 metri. Una sfida vinta grazie alla fiducia che ci ha accordato Msc ed alla collaborazione fra istituzioni e la capitaneria di porto». Una collaborazione, quella tra istituzioni pubbliche e Msc «non solo per i 55 mila turisti che rappresentano un’indubbia occasione per la città, ma anche perché, sottolinea l’assessore al Porto, Ida Simonella: «rappresenta l’ingresso di un grande tour operator sul territorio che ci stimola a migliorare».

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X