facebook rss

Il ritorno: Gimbo-sorpresa si presenta
al Meeting del Titano e salta 2.18

SAN MARINO - Ieri sera ha gareggiato senza annunciare la sua partecipazione. Il campione del mondo di salto in alto indoor era fermo da 11 mesi, dopo l'infortunio di Monaco che gli è costato la partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016
giovedì 15 Giugno 2017 - Ore 11:27
Print Friendly, PDF & Email

Gimbo al Meeting del Titano d San Marino

Il campione piange commosso dopo la performance

Si è presentato sulla pista del Meeting del Titano di San Marino all’improvviso, senza annunci. E’ tornato Gianmarco Tamberi. E’ tornato dopo uno stop  di 11 mesi imposto dall’infortunio di Monaco che lo ha escluso della olimpiadi di Rio 2016,  e ieri sera ha superato 2.18 al terzo tentativo per poi scivolare in tre errori a 2.22. La vera sfida però l’ha giocata tutta sul coraggio di ricominciare. E’ stato proprio Gimbo a raccontare poco dopo sui social il batticuore provato. “Semplicemente una delle emozioni più grandi della mia vita. – ha scritto – Ho saltato 2.18 ma e’ stata davvero una gara indimenticabile! Inizia ora the great reinassance”. Solo poche ore prima il campione del mondo indoor di salto in alto era tornato a preoccupare i fan.

L’abbraccio con la mamma

“Sono stati giorni un po’ difficili – aveva commentato in un post – non preoccupatevi sto bene, ma i vari alti e bassi possono essere diversi anche di intensità. Ormai l’ho imparato, la vita sa colpire veramente duro e bisogna sapersi rialzare sempre, in qualsiasi momento. Ora ho bisogno un po della vostra magica energia, quella che mi ha fatto passare i momenti più brutti, quella che mi ha sempre spinto oltre, quella che mi ha fatto arrivare dove sono oggi. Ho bisogno del sostegno di chi crede che un giorno vinceremo, perchè io non vincerò mai più da solo. Se un giorno tornerò a cantare l’Inno sul gradino più alto del podio, sarà solamente perchè avremo vinto noi tutti insieme. Ps: non preoccupatevi non mi è successo nulla a livello fisico fortunatamente”. Poi il colpo di scena che milioni di telespettatori hanno vissuto in diretta tv.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X