facebook rss

Assaltano due negozi e
seminano il panico in città:
coppia in arresto

ANCONA – Accusati di tentata rapina, rapina impropria, violenza, lesioni, minacce e danneggiamenti, i due italiani hanno imperversato per ore, anche all’interno della questura. Avevano già una lunga lista di reati
sabato 17 Giugno 2017 - Ore 14:11
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Serata di follia e violenza per una coppia di giovani italiani,  lui A.C. di 27 anni residente ad Ancona e lei S.C. di 24 anni, senza fissa dimora. Come in “Arancia Meccanica”, in una escalation di aggressioni e minacce, dopo aver seminato il panico in città, sono stati fermati e arrestati dagli agenti della squadra volante. L’inizio del caos attorno alle 19.45 in via Brecce Bianche, quando i due sono entrati in una farmacia, facendo finta di essere normali clienti, ma quando i farmacisti hanno intuito che poteva trattarsi di una rapina li hanno spinti e chiusi fuori dal negozio. La coppia fuori controllo prima ha tentato di resistere, poi ha iniziato a colpire con calci e pugni la vetrata, minacciando i farmacisti e lanciando urla. Prima che potesse arrivare la polizia, i due sono fuggiti a bordo di un’auto guidata da un terzo uomo. La sequenza di pazzia però non è finita qui. Arrivati in centro, le due furie sono entrate al supermercato Sì con Te di corso Matteotti, cercando di rubare qualcosa da mangiare, sotto lo sguardo allibito di clienti e dipendenti. Quando la commessa ha cercato di fermarli, la ragazza ha iniziato a urlare e si è liberata della dipendente con uno spintone, mentre il ragazzo si è tolto la maglietta, minacciando a torso nudo chiunque si avvicinasse. Stavolta lo show è stato interrotto dall’intervento della polizia, che, dopo alcuni metri di un rocambolesco inseguimento a piedi da via del Cardeto fino a corso Mazzini, ha “beccato” i due ragazzi mentre cercavano di nascondersi tra le auto in sosta. Nemmeno alla vista delle divise i due si sono placati. Anzi. Contro i poliziotti hanno rivolto una esplosione di insulti, minacce e di tentativi di liberarsi con la forza dalla stretta degli agenti della squadra volante, scalciando e spingendo. Alla fine è stato necessario l’intervento di tre pattuglie per dividere e bloccare i due fuori controllo, evitando che i due fuori controllo si facessero del male. Non è andata così bene invece ad uno dei poliziotti, che avrebbe rimediato una ferita dalla ragazza. Divisi e portati in questura in due volanti separate, anche qui i due hanno continuato a dare spettacolo per tutta la notte. Il terzo uomo invece che li aveva accompagnati in centro da Brecce Bianche non è stato accusato di complicità, perché avrebbe cercato di dissuadere la coppia a ripetere altri gesti eclatanti. I due infatti hanno già una lunga lista di precedenti penali per rapina, furto e reati in materia di stupefacenti. Elenco a cui si aggiungono ora le accuse di tentata rapina alla farmacia, rapina impropria per aver rubato dal supermercato strattonando la cassiera, oltraggio, resistenza, minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X