facebook rss

Crisi Ragaini, venerdì terzo
giorno di sciopero

ANCONA - Presidio a partire dalle ore 9.30 in Prefettura contro i 166 licenziamenti che possono scattare già dal 4 agosto
mercoledì 21 Giugno 2017 - Ore 13:31
Print Friendly, PDF & Email

La protesta in piazza Cavour dei lavoratori Ragaini

Non si arresta la mobilitazione dei lavoratori della Ragaini Radiatori di Loreto per fermare i 166 licenziamenti annunciati. Venerdì 23 giugno terza giornata di sciopero di otto ore e manifestazione a partire dalle ore 9.30, sotto la prefettura di Ancona, durante l’incontro, convocato dal Prefetto, tra il Sindaco di Loreto, i rappresentanti della Regione Marche e l’azienda per capire come risolvere la crisi. Fim Cisl Fiom Cgil e Uilm Uil si dicono “amareggiati e delusi per non essere stati invitati al tavolo con istituzioni e azienda” e ritengono la scelta del Prefetto “quantomeno insolita di non convocare anche le parti sociali”. I sindacati si augurano di essere coinvolti al più presto, confidando che il primo tavolo sia una riunione “conoscitiva” della situazione. Fim Fiom e Uilm, inoltre, ribadiscono di voler incontrare l’azienda solo in tavoli istituzionali, perché nei precedenti incontri fatti l’azienda avrebbe disatteso gli accordi firmati tra le parti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X