facebook rss

Spiagge: ad Ancona festa in sordina,
a Falconara si balla fino a tardi

ESTATE – Il sindaco Mancinelli ha rinnovato l’ordinanza che regola le attività degli stabilimenti: stop alla musica a mezzanotte. Più permissivo il collega Brandoni: avanti fino alle 3
venerdì 23 Giugno 2017 - Ore 10:29
Print Friendly, PDF & Email

Una festa in spiaggia allo stabilimento Solaria di falconara (foto d’archivio)

 

Estate in sordina per le spiagge anconetane, musica vietata dopo la mezzanotte. Al massimo, concerti e balli sono consentiti fino all’una di notte di ogni prefestivo, quindi ogni sabato. Uno stop che vale in tutte le spiagge cittadine, dalla baia di Portonovo, al Passetto e Palombina, con in più la beffa per gli chalet che sono a pochi metri di distanza da Falconara: qui il sindaco Brandoni consente la musica fino alle 2 di notte, con la possibilità di proseguire fino alle 3 abbassando il volume. Sui limiti da imporre alle feste in spiaggia, Ancona e Falconara continuano a non parlarsi. Dunque, ad Ancona, secondo l’ordinanza emessa oggi dal sindaco, gli ombrelloni possono aprire dalle 7,30, con vendita delle bevande e ristorazione consentita fino alle 24. Stesso orario per le attività di “intrattenimento musicale”: non oltre i 70 decibel e silenzio allo scoccare della mezzanotte. Musica consentita un’ora in più solo durante i prefestivi, il sabato. Per chi viene pizzicato a sforare i limiti, le multe previste dal regolamento acustico comunale possono essere davvero pesanti, si va da un minimo di 258 euro ad un massimo di oltre 10 mila euro. Basta sconfinare nei pochi metri che dividono Palombina da Falconara e gli stabilimenti hanno regole e orari diversi: a Falconara, balli e musica possono andare avanti fino alle due di notte e anche fino alle 3 di notte con un volume di 55 decibel.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X