facebook rss

Il caso del finto agente immobiliare
raccontato da ‘La Vita in Diretta’

OSIMO - Il programma pomeridiano di Rai Uno, oggi, ha acceso i riflettori e le telecamere sulla truffa on line ordita dal 37enne denunciato dagli agenti del Commissariato di Ps
lunedì 3 Luglio 2017 - Ore 19:45
Print Friendly, PDF & Email

Il vice questore Cinzia Niccolini nel servizio de La Vita in Diretta (Rai Uno)

Finisce alla ribalta nazionale, grazie ad un servizio de ‘La Vita in diretta’ il caso del finto agente immobiliare di Osimo che è riuscito a truffare una ventina di ignari affittuari (leggi l’articolo). Oggi pomeriggio le telecamere della trasmissione pomeridiana di Rai Uno si sono accese sulla città dei ‘senza testa’ e sul caso risolto dagli agenti del Commissariato di Ps. Studenti, villeggianti e operai sono caduti nella trappola del fantomatico agente immobiliare di Osimo, , che dopo aver incassato la caparra per l’affitto di ville inesistenti o già occupate, si rendeva irreperibile. Il 37enne, in passato davvero dipendente di un’agenzia immobiliare è stato denunciato per truffa aggravata e continuata.

Il vice questore Cinzia Niccolini, dirigente della Squadra Volanti della Questura di Ancona, ha raccontato al microfono e ‘La Vita in diretta’  il meccanismo della truffa “purtroppo molto semplice da attuare” ha detto. Tra caparre di 380 euro per una casa che un ragazzo pugliese avrebbe voluto affittare proprio a Osimo e i 1000 euro ottenuti da quattro ragazzi per una casa colonica più i 92 euro per l’iscrizione all’Ufficio del Registro, il 37enne in alcuni casi era riuscito persino a mostrare gli appartamenti a chi voleva trascorrere un periodo di vacanza in città. “Quando ci si avventura nella rete – ha sottolineato il vice questore Niccolini – occorre cautelarsi, digitando il nominativo del presunto agente oppure le prime due righe dell’inserzione nei motori di ricerca per verificare se sono stati copiati da altri siti. E’ un modo per cominciare ad accertare se esistono realmente sia la casa che l’agente immobiliare”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X