facebook rss

Un cartello con messaggio minatorio
scuote l’Agenzia delle Entrate

JESI - Lo scritto, acquisito stamattina dai carabinieri, era attaccato sulla vetrata d'ingresso degli uffici di via Pasquinelli. Al vaglio degli investigatori i filmati della spycam e posizioni critiche per restringere la cerchia dei sospettati
lunedì 3 luglio 2017 - Ore 18:09
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Conteneva solo 4 parole il messaggio minatorio e anonimo attaccato, forse nel week end, sulla vetrata di accesso agli uffici dell’Agenzia delle Entrate di Jesi. Il cartello con la frase intimidatoria (‘Buffoni vi impiccheremo tutti’), battuta al computer e poi stampata, è stato segnalato stamattina dal personale degli uffici di via Pasquinelli ai carabinieri di Jesi che hanno poi acquisito lo scritto. Il reato di minacce aggravate da scritti anonimi è perseguibile d’ufficio, gli atti saranno pertanto trasmessi in tempi brevi alla Procura penale.

Per restringere la cerchia di sospettati ed individuare l’autore o gli autori del gesto, oltre ad ascoltare i 30 dipendenti dell’agenzia territoriale jesina, oltre a vagliare alcune posizioni e situazioni critiche rilevate dal personale, gli investigatori analizzeranno anche i filmati delle telecamere della videosorveglianza accesa nella zona. Al momento però sembra che nessun impiegato della sede di Jesi abbia subito minacce dirette, ma non è escluso che i controlli sul corretto adempimento degli obblighi fiscali possano aver innescato una reazione incontrollata nella mente di qualche contribuente, magari destinatario di un verbale di accertamento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X