facebook rss

‘Pane Nostrum’ quasi maggiorenne:
quattro giorni di festa per l’arte bianca

SENIGALLIA - Per questa diciassettesima edizione, dal 21 al 24 settembre gli organizzatori della manifestazione hanno deciso, in collaborazione con gli albergatori, di promuovere uno speciale pacchetto turistico, anche per allungare strategicamente la stagione estiva. Stamattina la presentazione del programma
martedì 12 settembre 2017 - Ore 16:12
Print Friendly, PDF & Email

Pane nostrum, un momento della conferenza stampa

L’arte della panificazione è a Senigallia. Dal 21 al 24 settembre, la città viene avvolta dalle fragranze del pane, della pizza e dei dolci con Pane Nostrum, la manifestazione organizzata dal Comune di Senigallia, da Confcommercio Marche Centrali e C.I.A. – Confederazione Italiana Agricoltori -, con il contributo della Camera di Commercio di Ancona e realizzata da Marche Expo.  Quasi maggiorenne, alla sua diciassettesima edizione, la festa internazionale del pane presenta numerose novità, segno tangibile del lavoro degli organizzatori che hanno voluto alzare ulteriormente la qualità dell’iniziativa. “È un anno importante – sostiene il sindaco Maurizio Mangialardi – segnato dalla preoccupazione di inizio anno del calo turistico dovuto al terremoto che ha colpito le Marche. Invece abbiamo avuto un’ottima stagione turistica che prosegue anche nel fine settimana di Pane Nostrum ; oltre ai visitatori della manifestazione ci saranno tutti i partecipanti del trofeo nazionale Coni”.

Prosegue l’assessore allo sviluppo economico e commercio, Gennaro Campanile: “Senigallia diventa il centro nazionale dell’arte bianca: per quattro giorni solo nella nostra città ci sono i forni a cielo aperto, le masterclass, i corsi e i laboratori per amatori e professionisti, le aziende agricole del territorio che espongono le proprie tipicità, i convegni, le attività e le visite didattiche per le scuole e altri percorsi tutti da scoprire giorno dopo giorno”. Più di cinquanta le aziende tra l’area Street Food da Chef , dove poter gustare le migliori prelibatezze della nostra regione con una incursione golosa dalla Sicilia e dal Trentino; la vetrina delle qualità, con espositori marchigiani, abruzzesi e pugliesi, e i panifici che quest’anno percorrono gran parte d’Italia, dal Trentino alla Puglia, passando per la Romagna e le Marche. “Sono presenti le eccellenze italiane nell’arte della panificazione – afferma Giacomo Bramucci, presidente Confcommercio Marche Centrali -. Importante anche la partecipazione della città con Ristoranti in Festa : abbiamo coinvolto numerosi esercizi di ristorazione e bar del centro che proporranno aperitivi a tema”.

Quattro giornate in cui curiosare tra le eccellenze italiane, fatte dai prodotti e dal qualificato lavoro di tutti i panificatori invitati per tenere corsi e masterclass sul pane, sulla pizza e sulla pasticceria. Importante per rilievo e numero di partecipanti, la lista degli ospiti: oltre agli “amici” di Pane Nostrum , Giuliano Pediconi, Antonio Cipriani, ci sono Massimo Bertoia, Antonio Follador, Ivan Signoretti, Jonathan Trombini, Gianmaria Giorgetti, Massimo Vitali, Claudio Marcozzi, Davide Fiorentini, Alfonso De Prisco e Stefano Folco. A loro si uniscono Alessandro Lo Stocco e Christian Zaghini che, oltre a condurre i corsi in piazza Del Duca sono i due professionisti protagonisti di una delle novità della manifestazione: le masterclass a palazzetto Baviera (prenotazione obbligatoria). Il bakery & pizza chef Lo Stocco si occupa dell’incontro teorico dal titolo Il pane dei ricordi “Partigiano”. Panificando sotto assedio (23 settembre, ore 11), mentre il pizza chef Zaghini offre Linee guida per una pizza perfetta, lezione teorica-pratica per conoscere, scegliere e gestire le materie prime per preparare un impasto estremamente leggero, digeribile come in pizzeria attraverso metodi semplici e rapidi. Aperti a tutti, come ogni anno, ci sono i laboratori con i maestri panificatori in piazza Del Duca che, nella zona dei forni a cielo aperto, danno suggerimenti su come preparare e cuocere pane, pizza e dolci, con degustazioni. Nutrita la sezione corsi che si differenziano su due livelli: uno per amatori e uno per i professionisti che vogliono aggiornare la propria formazione. Venticinque appuntamenti dalle 14 del 22 settembre alle 23 di domenica 24, che si svolgono nelle aule didattiche che portano i nomi dei due main sponsor, Molino Paolo Mariani e Moretti Forni.

Le mattine di venerdì e sabato sono dedicate soprattutto alle scuole, con lezioni ludico didattiche: i bambini vengono coinvolti anche nella creazione dell’impasto e torneranno a casa con il panino che hanno lavorato. L’altra novità di Pane Nostrum è il ricco programma di convegni e seminari curati da Confcommercio Marche Centrali e C.I.A. “Ci siamo inventanti un’anteprima – dichiara Evasio Sebastianelli – direttore C.I.A. Ancona -, giovedì 21 settembre c’è Fuorisalone Agrichef . L’azienda Cadabò di Montecarotto Ospita la Puglia a cena con le sue specialità , una serata con la masseria Chinunno di Altamura (Ba) e con la partecipazione del Consorzio per la tutela e la valorizzazione del pane di Altamura Dop”. Seguono nei giorni seguenti, nei vari spazi della festa, gli incontri Impresiamo, Produzione e commercio nazionale e mondiale di grano duro, Alla scoperta di antiche cultivar, Fai lievitare l’attività, Tra storia e memoria: macchine trebbiatrici marchigiane. Rassegna delle ditte costruttrici del XX secolo , e il percorso di degustazione Olio e Pane con la collaborazione di Slow Food Senigallia. “Con l’attività convegnistica – dice Massimiliano Polacco, direttore Confcommercio Marche Centrali – ci rivolgiamo a tutte le imprese della filiera, e ai giovani che intendono avviare un’attività. È prevista anche la presenza di tutto lo staff di Assipan all’incontro di domenica mattina, Fai lievitare l’attività ”.

Nei giardini della Rocca Roveresca c’è anche una mostra di Assam Marche, in collaborazione con C.I.A. e vari percorsi ludici a cura della Ludoteca Regionale del Riuso Riù di Santa Maria Nuova, della Compagnia Balestrieri di Senigallia, del Circolo Ippico Il Giglio e della scuola di falconeria. Spettacoli e musica aprono e chiudono Pane Nostrum 2017: si taglia il nastro con l’esibizione della Compagnia Esperimenti GDO Dance Company e si conclude con la Banda musicale città di Ostra “O. Bartoletti” e il coro dell’antica città di Casine di Ostra. Dal 21 al 24 settembre aperti la Pinacoteca diocesana di arte sacra, il museo di storia della mezzadria “Sergio Anselmi”, Palazzetto Baviera, l’area archeologica e il museo La Fenice e il Musinf – Museo comunale d’Arte moderna, dell’Informazione e della Fotografia. Per questa diciassettesima edizione della festa dell’arte bianca, gli organizzatori della manifestazione hanno deciso, in collaborazione con gli albergatori, di promuovere uno speciale pacchetto turistico, anche per allungare strategicamente la stagione estiva, se il tempo lo permette. Nella settimana di Pane Nostrum , gli alberghi proporranno tariffe speciali a chi vorrà soggiornare a Senigallia, regalando ai turisti anche la partecipazione gratuita a una delle masterclass in programma. (Info: i corsi e le masterclass per professionisti sono a numero chiuso, si rivolgono anche agli amatori ed è obbligatoria la prenotazione su [email protected] o telefonando al 346/0684236 – 349/4523225).

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X