facebook rss

Ragaini, sfuma l’accordo:
confermati tutti i 160 esuberi

LORETO - L'amarezza dei sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm: "C'è la consapevolezza di un futuro incerto anche per chi resta e non solo per chi verrà licenziato"
lunedì 18 settembre 2017 - Ore 18:35
Print Friendly, PDF & Email

La protesta dai lavoratori della Ragaini radiatori a oreto

Il tavolo delle trattative aperto della Regione Marche sulla vertenza Ragaini

Niente accordo per le maestranze della Ragaini di Loreto: per i lavoratori si apre un futuro incerto. Si è conclusa oggi con un mancato accordo la procedura di mobilità aperta dalla Ragaini Radiatori di Loreto con 160 esuberi, non è stato travato nessun accordo tra le parti sulla riduzione degli esuberi ne su di un incentivo ragionevole ne tanto meno su una rateizzazione più breve delle spettanze dovute (leggi l’articolo). “Non è servito l’intervento della Regione, che si è fatta carico di periodo aggiuntivo di cig in deroga che doveva servire per trovare soluzioni alternative – fanno sapere Fiom Cgil. Fim Cisl e Uilm – Quello che emerge è un’azienda e dei ‘manager’ senza progetti futuri che non ha voluto mai trovare veramente una soluzione al dramma che si stava consumando, non è stato mai possibile instaurare un rapporto serio per trovare soluzioni accettabili, oggi l’epilogo con il mantenimento degli esuberi dichiarati all’inizio e la consapevolezza di un futuro incerto anche per chi resta e non solo per chi verrà licenziato”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X