facebook rss

Stipendi e tredicesime in ritardo,
il sindaco rassicura
tutti i dipendenti comunali

OSIMO - Stamattina nel corso della tradizionale cerimonia di scambio degli auguri natalizi Simone Pugnaloni ha garantito che si è trattato di un disguido. Poi ha annunciato che il 2018 sarà l'anno del sociale. "Arriveranno fondi dalla Regione e realizzeremo un progetto per gli indigenti" ha detto. Stasera la cena di solidarietà
venerdì 22 Dicembre 2017 - Ore 13:55
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Pugnaloni con don Dino Cecconi alla cerimonia di scambio degli auguri con i dipendenti comunali e quelli delle società partecipate

Il sindaco di Osimo parla ai dipendenti comunali

Ci sono stati dei ritardi, ma lo stipendio arriverà a tutti, ve lo garantisco”. La rassicurazione del sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni, stamattina a mezzogiorno è risuonata dall’altoparlante della Sala Maggiore del municipio. Ad ascoltarlo per il tradizionale scambio di auguri natalizi, nel salone simbolo del Palazzo si sono riuniti i dipendenti comunali e quelli delle società partecipate. Il ritardo era stato denunciato ieri dalla consigliera di minoranza Maria Grazia Mariani, oggi presente all’incontro (leggi l’articolo). “E’ giusto che chi lavora venga pagato ad ogni mensilità e per ciò che produce” ha scandito il primo cittadino osimano spiegando che il ritardo nella corresponsione dell’ultima mensilità del 2017 e della tredicesima era collegato ad un disguido con l’istituto di credito che gestisce la tesoreria comunale. Stamattina alcuni dipendenti avevano già ricevuto i bonifici sul proprio conto corrente bancario.

La benedizione di don Dino Cecconi

Poi Simone Pugnaloni dopo aver ricordato i 5 milioni di opere pubbliche da realizzare nei prossimi 18 mesi di legislatura (leggi l’articolo) ed ha annunciato che “a 3 anni e mezzo dall’inizio del mio mandato, l’ultimo, il 2018 sarà l’anno del Sociale. Arriveranno infatti buoni fondi dalla Regione e potremo dare concretezza un progetto per gli indigenti. Stasera faremo una cena di solidarietà aperta a tutti i cittadini e il ricavato andrà alle persone che hanno bisogno di mangiare (leggi l’articolo). E’ difficile fare il sindaco – ha concluso Pugnaloni – e per questo ho fatto una scelta importante che è quella di andare in aspettativa dal lavoro”. Sono seguiti gli auguri ai vertici e al personale delle società partecipate. Prima della benedizione, don Dino Cecconi, , ha spronato i dipendenti a spendersi e a fare al meglio il proprio dovere a servizio dei cittadini. “Abbiate la gentilezza di tirare fuori il bene che è in ognuno di voi” ha esortato il sacerdote. Il parroco rettore della Cattedrale si è inoltre compiaciuto del presepe con le statue a grandezza naturale, allestito nell’atrio di palazzo comunale . “Mi piace perchè ci può entrare una persona e noi dobbiamo entrare nel presepe” ha auspicato don Dino.

I dipendenti comunali di Osimo nella Sala Maggiore

La consigliera Maria Grazia Mariani (in primo piano) seduta tra il pubblico

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X