facebook rss

Nuove scuole, il 2018 è l’anno
della Primaria di Campocavallo
e delle Medie di San Biagio (Video)

OSIMO - Scadrà il 31 gennaio il bando per individuare la società di garanzia che gestirà il fondo immobiliare del Miur. Poi saranno appalti i lavori per i due nuovi plessi. Più lento l'iter per le nuove Medie Krueger: serve uno studio di vulnerabilità sismica per la vecchia ala della Bruno da Osimo che le ospiterà. Il termine di scadenza del bando Inail per realizzare le nuove Medie della Marta Russo è invece atteso per aprile
martedì 2 Gennaio 2018 - Ore 17:02
Print Friendly, PDF & Email
I progetti 2018 per le scuole di Osimo illustrati dall'assessore Annalisa Pagliarecci

Se il 2017 sarà ricordato per l’inaugurazione della nuova Primaria di Casenuove (leggi l’articolo), il 2018 passerà agli annali come l’anno di avvio dei cantieri delle nuove scuole finanziate con i fondi Miur, vale a dire la nuova Primaria di Campocavallo e le nuove Medie di San Biagio. Nel corso della conferenza stampa di fine anno, il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni e l’assessore Annalisa Pagliarecci hanno, infatti, rimarcato che il prossimo 31 gennaio scadrà il bando per la scelta della Sgr che gestirà il fondo immobiliare del Miur. Poi saranno appaltate le opere da inaugurare per i primi mesi del 2019 (leggi l’articolo). Ma i 12 mesi appena trascorsi hanno visto l’impegno economico dell’Assessorato alla Scuola per vari interventi di manutenzione straordinaria dei 24 plessi scolastici distribuiti sul territorio comunale.

Annalisa Pagliarecci

Nell’agenda amministrativa dei  prossimi mesi, è già stata inserita  la tinteggiatura esterna della scuola Fornace, si completeranno i lavori di ampliamento della scuola di infanzia di Campocavallo, da inaugurare a breve, mentre già dalla prossima settimana gli scolari delle Primarie di Passatempo e Casenuove, rientrando in classe dopo la pausa delle vacanze natalizie, troveranno 8 nuove lavagne Lim in classe. Per il 2018, poi, la scuola dell’infanzia di Osimo Stazione sarà dotata di un nuovo giardino adiacente al parco urbano della frazione e verrà ampliata la scuola materna di San Sabino, mentre nella scuola di Arcobaleno di San Biagio sarà rifatto il pavimento. Con i contributi dell’assicurazione saranno inoltre  risistemati i piccoli danni prodotti dal sisma del 2016 sui plessi della ‘Caio Giulio Cesare’ di piazzale Bellini e sulla scuola del Borgo. “E’ saltato invece il progetto di dividere la palestra della scuola primaria di Osimo Stazione per ricavarci due locali – ha annunciato durante l’incontro stampa l’assessore Pagliarecci- Il plesso soffre di carenza di spazi perché tutte le aule sono occupate per il boom di iscrizioni. Il progetto del Comune di dividere la palestra con moduli alti 3 metri per creare due aule, una di 50 mq da destinare alla fruizione della Primaria, e un’altra di 70 mq per la scuola dell’infanzia montessoriana, lo scorso 20 dicembre è stato bocciato dalla preside”.

Il sindaco SImone Pugnaloni e l’assessore Annalisa Pagliarecci

Nelle prossime settimane, poi, partiranno anche i lavori di consolidamento delle fondazioni della scuola dell’Infanzia di San Biagio (leggi l’articolo). “E’ stato invece prorogato il termine di presentazione del bando Inail per la realizzazione della nuova scuola media della Marta Russo (leggi l’articolo) – ha aggiunto Annalisa Pagliarecci- Il progetto dovrà essere approvato entro aprile pertanto abbiamo qualche altro mese di tempo per metterlo a fuoco. E’ in dirittura di arrivo infine l’iter per la realizzazione del parcheggio dell’asilo di Passatempo (leggi l’articolo). Ci sono stati problema ma per marzo o aprile i lavori saranno conclusi. E verrà risistemato il tetto della Primaria di Osimo Stazione e ritinteggiato l’esterno la scuola Fornaci”. In stand by invece il progetto sulla vecchia ala della Bruno da Osimo, da destinare alla nuova sede alle Medie ‘Krueger’, oggi ospitate nello stesso stabile di piazza Bellini con le Medie Caio Giulio Cesare. “Il progetto avrà tempi più lunghi del previsto perché dovremo produrre all’Inail un ulteriore studio sulla vulnerabilità sismica dell’edificio non ristrutturato di via Santa Lucia– ha spiegato il sindaco Pugnaloni – La partnership con l’Erap prosegue (leggi l’articolo) ma i tempi di realizzazione saranno con molta probabilità più lenti”.

Osimo Cultura 2018: musei in rete con Offagna e restauro della Pala Vivarini (Video)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X