facebook rss

Inseguiti dai carabinieri sulla Statale 16,
nell’auto nascondevano arnesi da scasso

SENIGALLIA - I tre, tutti pugliesi, sono stati denunciati in concorso per possesso ingiustificato di grimaldelli e porto di oggetti atti ad offendere e per loro è stata richiesto il foglio di via. Nel gruppetto, un 53enne era tra l'altro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma presso i Carabinieri di Bitonto mentre un 52enne si era messo alla guida senza patente, che gli era stata già ritirata
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Senigallia durante il controllo

Continua incessante il controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia per prevenire i furti con particolare riferimento a quelli in danno di abitazione. Nella notte una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha intercettato un’auto sospetta sulla quale viaggiavano tre uomini rispettivamente di 53, 52 e 28 anni, tutti residenti a Bitonto e Palo del Colle in Provincia di Bari e noti alle forze dell’ordine. Nell’auto, sotto i sedili, sono stati rinvenuti materiale ed arnesi da scasso. I tre sono stati denunciati in concorso tra loro per possesso ingiustificato di grimaldelli e porto di oggetti atti ad offendere.

(foto d’archivio)

Intorno alle 4:30, una pattuglia della Radiomobile, in servizio di controllo del territorio, sulla statale 16 ‘Adriatica Nord’ all’altezza della rotatoria di strada della Marina, ha incrociato una Fiat Panda, con a bordo tre persone, che accortesi della presenza dell’auto dei Carabinieri, con una manovra improvvisa, hanno invertito il senso di marcia allontanandosi a velocità sostenuta in direzione di Marotta. I Carabinieri, dopo aver informato la centrale operativa di quello che stava accadendo, a sirene spiegate, si sono messi all’inseguimento del veicolo in fuga, che hanno immediatamente raggiunto e bloccato. Gli occupanti, con l’ausilio della pattuglia della Stazione di Corinaldo, nel frattempo giunta sul posto, sono stati tutti sottoposti a perquisizione. Anche l’auto è stata oggetto di meticolosa perquisizione che ha consentito di rinvenire, sotto i sedili anteriori: un seghetto con lama di 30 cm, tre paia di guanti da lavoro, due torce a batteria, un cutter grande. I fermati non sono stati in grado di giustificare il possesso del materiale rinvenuto che è stato sottoposto a sequestro.

Gli ulteriori accertamenti hanno rivelato che il 53enne era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma presso i Carabinieri di Bitonto mentre il 52enne si era messo alla guida del veicolo senza la patente perché gli era stata ritirata per mancanza di requisiti nel 2006. Lo stesso pertanto è stato contravvenzionato a norma del codice della strada ed il veicolo, preso a noleggio in provincia di Bari, su indicazione degli aventi titolo, in attesa del ritiro, è stato affidato ad una depositeria locale. Oltre alla denuncia penale, i tre saranno proposti al Questore di Ancona per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X