facebook rss

Anton è stato ritrovato
dopo 14 giorni di assenza

BOLOGNA – Il 17enne Anton Paris allontanatosi da casa il 3 maggio scorso è stato ritrovato e sta bene. La Polizia del Commissariato di Jesi sta andando alla stazione centrale di Bologna a riprenderlo per riportarlo a casa e restituirlo all'affetto dei suoi cari.
giovedì 17 maggio 2018 - Ore 15:52
Print Friendly, PDF & Email

Anton, il 17enne scomparso da Jesi in una recente immagine diffusa dai genitori.

di Talita Frezzi

Il 17enne Anton Paris, scomparso da casa il 3 maggio scorso è stato ritrovato e sta bene. La Polizia del Commissariato di Jesi sta andando alla stazione centrale di Bologna a riprenderlo per riportarlo a casa e restituirlo all’affetto dei suoi cari. L’allontanamento del giovane aveva gettato nello sconforto non solo la famiglia, ma l’intera comunità.
Il giovane, partito improvvisamente dopo essere rientrato da scuola, senza portare con sé soldi e senza telefonino, aveva fatto perdere le sue tracce. Per giorni, squadre dei vigili del fuoco, forze dell’ordine, protezione civile, gruppi scout e volontari lo hanno cercato ovunque. Diverse le segnalazioni di persone che giuravano di averlo visto tra via San Marcello, Monsano, San Marcello, Jesi e Montemarciano. Ma nessun riscontro sembrava alimentare le speranze dei genitori, che distrutti dal dolore si sono anche rivolti a Rai3 alle telecamere di “Chi l’ha visto?” per avere un aiuto. E questa gran divulgazione di foto e appelli ha sortito l’effetto desiderato, per fortuna. Nel primo pomeriggio la conferma che qualcuno, alla stazione centrale di Bologna lo ha riconosciuto grazie al tam tam di foto, che giravano sui social, sui cellulari e non ultimo, all’appello tramite la trasmissione “Chi l’ha visto?” di Rai3, che proprio ieri sera ha mandato in onda la scheda di Anton con i suoi dati.
Gli agenti del commissariato di Jesi diretti dal vice questore aggiunto Mario Sica stanno raggiungendo Bologna per riportare Anton a casa. Il giovane è un  po’ provato dall’esperienza e dall’arrangiarsi lontano da casa per così tanti giorni, ma le sue condizioni di salute sono buone.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X