facebook rss

Auto rigata in centro:
incastrato dalla telecamera spia
il vandalo seriale di 70 anni

FABRIANO - La vittima, un 20enne fabrianese, si è rivolto agli agenti del Commisariato che hanno escogitato un piano per scovare il colpevole. La micro spycam l'ha immortalato: era un anziano vicino di casa del ragazzo che ora, oltre alla denuncia, dovrà pagare anche il conto salato del carrozziere
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Posteggiava l’auto alla sera e la mattina la trovava rigata sulla carrozzeria. Negli ultimi tempi, al Commissariato di P.S. di Fabriano, erano giunte alcune segnalazioni di piccoli danneggiamenti avvenuti nel centro storico. Il commissario capo Sandro Tommasi ha escogitato un piano per incastrare il vandalo seriale.  In più occasioni, a partire da inizio maggio, gli è stata rigata l’utilitaria sul cofano e sulle fiancate, evidentemente con un oggetto molto appuntito. La vittima, un 20enne fabrianese, visibilmente preoccupato, si è affidato affida ai poliziotti del Commissariato, che, dopo averlo ascoltato attentamente, hanno formalizzano il tutto con un’accurata e dettagliata denuncia.

Nell’intento di cogliere sul fatto l’eventuale danneggiatore, la macchina in questione è stata parcheggiata sempre nello stesso posto, una piazzetta del centro storico. La svolta è arrivata ben presto grazie all’installazione di una piccola telecamera, abilmente occultata, all’interno dell’utilitaria del giovane: alle 6 del mattino di qualche giorno fa ha ripreso il reo mentre, a distanza di pochi giorni dall’ultimo atto vandalico, rigava nettamente la fiancata destra dell’autovettura. Piuttosto salato il conto del carrozziere: circa 1500 euro. Un 70enne del posto, suo vicino di casa,  è stato identificato e denunciato per danneggiamento aggravato dagli agenti dell’anticrimine del commissariato, che continueranno a pattugliare in borghese e con discrezione le vie del centro cittadino per scongiurare analoghi episodi vandalici ed eventualmente assicurare prontamente alla giustizia gli autori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X