facebook rss

Sportivi si diventa a scuola,
il Coni Marche festeggia
“Marche in movimento” (Foto/Video)

CERRETO D'ESI - Al campo sportivo della città, circa 200 alunni delle scuole primarie si sono impegnati in esercitazioni pratiche per mostrare quanto appreso in questi mesi grazie al progetto regionale per il potenziamento dell'attività motoria e l'orientamento sportivo nelle scuole elementari. Nelle Marche hanno aderito quasi 2mila classi su tutto il territorio
Print Friendly, PDF & Email
I bambini in festa al campo sportivo di Cerreto d'Esi per la festa

 

Un’immagine della festa conclusiva del progetto “Marche in movimento con lo sport di classe” al campo sportivo di Cerreto d’Esi

 

Sventola l’enorme bandiera di “Marche in movimento con lo sport di classe” sul prato del campo sportivo di Cerreto d’Esi dove oggi (mercoledì 13 giugno) circa 200 bambini hanno dato dimostrazione delle loro capacità sportive in diverse discipline ed esercizi di attività motoria. Si conclude così, con una grande festa, il primo anno del programma biennale per il potenziamento dell’attività motoria e sportiva nella scuola primaria, promosso e finanziato da Coni Marche, Regione Marche, Asur Marche, e che vede la collaborazione di Miur, Comitato paralimpico (CIP) e Centro Sportivo Italiano (CSI).
Per 5 mesi gli alunni di 1925 classi delle scuole elementari delle Marche (dalla I alla V), si sono cimentati – insieme ai loro insegnanti debitamente formati, e ad oltre 230 tutor specializzati – nelle attività proposte dal progetto “Marche in movimento con lo sport di classe”: dall’innovativo metodo di apprendimento delle normali materie curriculari attraverso specifici esercizi fisici alle ore aggiuntive di educazione fisica fino all’orientamento sportivo.

La consegna delle medaglie

Oggi a Cerreto d’Esi, un campione dei bambini che ha partecipato al progetto, ha dato dimostrazione, attraverso esercitazioni sul campo, di quanto appreso in questi mesi. Un momento importante di condivisione e di divertimento, ma anche l’esempio concreto di cosa ha significato il progetto per i piccoli marchigiani. E non è che l’inizio: “Marche in movimento con lo sport di classe”, infatti, si articola su un programma biennale, che riprenderà il prossimo anno scolastico, con l’obiettivo di raggiungere ancora più classi delle scuole marchigiane.
Presenti alla festa, il presidente del Coni Marche, Fabio Luna, il vice presidente, Giovanni Torresi, il delegato provinciale del Coni point di Ancona, Domenico Ubaldi, il fiduciario locale, Giuseppe Agabiti Rosei, oltre ai rappresentanti degli enti partner del progetto. «Oggi è un giorno di grande soddisfazione per il Coni Marche, che grazie anche ai fondi regionali per la prevenzione e del servizio Sport e grazie al lavoro di squadra con le altre istituzioni, e naturalmente grazie agli insegnanti, è riuscito ad avviare e svolgere con successo il progetto “Marche in movimento con lo sport di classe” – ha commentato Luna –. Oggi abbiamo potuto constatare con i nostri occhi la valenza di questo progetto per le nuove generazioni, per trasmettere loro la cultura dello sport e dei corretti stili di vita, che passano anche attraverso l’attività motoria. Non a caso – ha aggiunto Luna – il programma è stato finanziato anche con il fondo regionale per la prevenzione, perché sappiamo che fare sport migliora la salute di un individuo, ma ancora questa certezza non è diventata la prassi all’interno del sistema scolastico. Il progetto, grazie a questo ulteriore finanziamento, ha aperto la possibilità anche agli alunni delle classi prime, seconde e terze della scuola primaria di fare attività motoria e sportiva, supportati da tutor laureati in Scienze motorie, mentre prima questo era previsto solo per le quarte e le quinte. Queste ultime – ha concluso il presidente del CONI Marche –, con il coinvolgimento delle federazioni sportive, hanno potuto da quest’anno fare anche orientamento allo sport, provando specialità differenti».

I bambini alle prese con le esercitazioni sportive

COSA PREVEDE IL PROGETTO. Il programma biennale “Marche in movimento con lo sport di classe” si articola in tre moduli formativi: “Sport di classe” che prevede un’ora alla settimana di attività motoria e sportiva dalla I alla V classe con tutor, laureati in Scienze motorie, che affiancano gli insegnanti di ruolo nello svolgimento delle attività; “Scuola in movimento”, il modulo rivolto alle prime classi e che prevede attività motoria in orario curriculare per 20-30 minuti al giorno proponendo in modo attivo, attraverso il movimento, l’insegnamento delle tradizionali materie scolastiche (es. geometria, inglese, matematica, geografia, italiano, scienze) e “Orientamento sportivo”: un’ora alla settimana aggiuntiva rispetto all’ora già prevista dal modulo “Sport di classe” di attività sportiva per le IV e V classi, con 2-3 discipline sportive a rotazione (es. atletica, ginnastica, pallavolo ecc…), fatta con tutor indicati dalle Federazioni sportive. Le Federazioni coinvolte in questo primo anno di attività sono state: Pallacanestro, Taekwondo, Rugby, Scherma, Bocce, Canottaggio, Ciclismo, Palla-tamburello, Atletica, Pallavolo, Calcio e Ginnastica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X