facebook rss

Liste civiche sul metanodotto Snam:
“Spacca in due le valli agricole.
Il Comune doveva impedire gli espropri”

OSIMO - Dopo l'approvazione del progetto dell''autostrada del metano' nell'aula consiliare, i movimenti latiniani chiariscono la loro posizione di contrarierà al progetto e difendono le scelte passate sulle autorizzazioni rilasciate all'insediamento del bitumificio di Passatempo e all'installazione dell'impianto fotovoltaico del Palabaldinelli
Print Friendly, PDF & Email

Sala Gialla, i banchi con i consiglieri comunale delle liste civiche

Il controllo dell’ex impianto di betonaggio di Passatempo, disposto per legge dalla Provincia di Ancona è già stato pagato dall’impresa privata, tramite l’escussione della fideiussione. Nessuna somma è stata a carico della pubblica amministrazione. Pugnaloni smentisca se non è vero. Ugualmente i debiti presso l’Astea s.p.a. della stessa impresa privata hanno garanzie e si trovano nella stessa situazione di imprese di Recanati e Loreto e altri, che sono protetti da ogni tipo di accusa”. Le liste civiche di Dino Latini replicano al sindaco Pugnaloni dopo l’ultima seduta consiliare che ha visto l’approvazione del progetto di metanodotto Snam Falconara-Recanati. Il primo cittadino aveva attaccato i movimenti civici sostenendo che durante il lorlo governo della città aveva approvato progetti, in particolare l’insediamento del bitumificio di Passatempo e l’impianto fotovoltaico al palas di Villa, secondo Simone Pugnaloni anti economici. “L’impianto fotovoltaico del Palabaldinelli ha sempre funzionato con 150 mila euro di introiti annuali al Comune di Osimo. – ribattono le Liste civiche – La società che lo gestisce non è affatto decotta, anzi! Con ogni probabilità si difenderà nelle opportuni sedi dalle accuse diffamanti. Non siamo i difensori di ufficio di privati, ma visto che il bugiardo seriale ci tira sempre in ballo per campagne scandalistiche contro di noi che poi risultano patacche è necessario puntualizzare la verità”. Sul voto negativo sul progetto Snam, condiviso con tutte le minoranze della Sala Gialla, i movimenti latiniani confermano la loro posizione “di contrarietà alla realizzazione di un nuovo tracciato dell’’autostrada del gas’ che spacca in due le valli agricole. Il Comune doveva opporsi all’autorizzazione urbanistica, avrebbe impedito gli espropri”.

Metanodotto, il progetto passa con i voti della maggioranza

Metanodotto Falconara-Recanati al voto del consiglio comunale di Osimo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X