facebook rss

Insulti e schiaffi ai passanti,
ubriaco arrestato dalla polizia

ANCONA - È successo nelle prime ore della mattina in corso Garibaldi. In manette un 27enne
Print Friendly, PDF & Email

Un arresto della polizia (foto d’archivio)

 

Finisce in manette la bravata mattutina di un giovane marocchino che disturbava i passanti in corso Garibaldi ad Ancona. Frasi sgradevoli fino ad arrivare agli schiaffi hanno portato all’arresto del 27enne. Erano le 7.15 quando al 113 arriva la richiesta d’intervento di una volante da parte di un 60enne anconetano il quale riferiva che, mentre passeggiava con la moglie, era stato avvicinato poco prima da un giovane palesemente ubriaco che faceva apprezzamenti poco educati sulla donna. Non è bastata la risposta a tono della coppia a fermare il 27enne, regolarmente residente ad Ancona, che ha continuato a pronunciare frasi sgradevoli nei confronti della donna, tanto da costringere il marito a chiamare il 113. Non pago, il giovane è passato dalle parole alle mani, colpendo con alcuni schiaffi il 60enne e lanciandogli addosso il cappuccino che aveva preso poco prima in uno dei bar del principale corso cittadino.

Immediatamente sono giunte sul posto le volanti della polizia che hanno fermato il marocchino ed un altro giovane anconetano che era in sua compagnia che però non aveva preso parte all’aggressione del 60enne. Alla vista della polizia il marocchino si è scagliato anche contro gli agenti, cercando di colpirli con calci e pugni, tanto da costringere i poliziotti ad ammanettarlo ed accompagnarlo in questura

Nell’occasione il marocchino reagiva nei confronti degli Agenti tentando di colpirli con calci e pugni tanto che i poliziotti erano costretti ad ammanettarlo ed accompagnarlo in Questura. B.C., queste le generalità del giovane è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato per rifiuto di generalità e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Sottoposto a perquisizione, all’interno dello zaino del 27enne è stato infatti trovato con un attrezzo da giardinaggio che è stato sequestrato dagli agenti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X