facebook rss

Emma Silvestri vince
l’argento agli Europei,
Angelica Ghergo ottava

ATLETICA LEGGERA - A Gyor, la 17enne della Collection Sambenedettese si mette al collo la prestigiosa medaglia nella finale dei 400 ostacoli stabilendo anche il record personale di 59"04. Buona performance anche per la 15enne osimana della Tam (1’00”77), la più giovane del team italiano in Ungheria
Print Friendly, PDF & Email

Emma Silvestri durante la finale

Una marchigiana sul podio nei Campionati Europei under 18. La 17enne Emma Silvestri conquista uno splendido argento sui 400 ostacoli con il record personale di 59”04 a Gyor, in Ungheria. Ce l’ha fatta la giovane portacolori della Collection Atletica Sambenedettese, che si prende una medaglia nella rassegna continentale. L’allieva di Anna Mancini e Patrizia Bruni parte bene ma davanti scatta subito la favorita tedesca Gisèle Wender, bronzo mondiale nella scorsa stagione, che mantiene sempre un leggero vantaggio e con cui ingaggia un duello praticamente per tutta la gara. Sul rettilineo finale l’azzurra riesce a rimanere in lotta per le posizioni di testa, resiste al tentativo di rimonta delle avversarie che restano alle sue spalle e chiude al secondo posto, molto vicina alla vincitrice, oro in 58”88. Poi c’è la campionessa italiana, con un progresso di 32 centesimi rispetto al 59”36 del mese di maggio a Macerata, per riscattare la delusione dell’anno scorso.

Emma Silvestri con, sullo sfondo Angelica Ghergo

Proprio a Gyor era arrivata seconda al traguardo anche in quella manifestazione, il Festival olimpico della gioventù europea, prima di essere sanzionata per infrazione di corsia. Stavolta è tutto vero: l’argento va al collo di Emma Silvestri, sambenedettese che studia al liceo scientifico sportivo. E ora per la vicecampionessa europea under 18 dei 400 ostacoli si aprono le porte di un altro grande evento, le Olimpiadi giovanili a Buenos Aires (11-17 ottobre). «Troppo contenta, non me lo aspettavo! Sono riuscita a passare bene tutti gli ostacoli, senza esitazione, anche se è da poco tempo che provo la ritmica con 16 passi tra le barriere, però mi è venuta bene», le parole della Silvestri che ha ricevuto la medaglia d’argento dal presidente Fidal, Alfio Giomi, consigliere European Athletics. Bronzo all’austriaca Lena Pressler (59”11). In finale c’erano due azzurre: due delle tre atlete che hanno rappresentato le Marche insieme alla martellista Sara Zuccaro dell’Atletica Fabriano. Angelica Ghergo ha chiuso all’8° posto, ma per la 15enne osimana della Tam (1’00”77) si tratta comunque un risultato di grande valore, se si considera che la ragazza cresciuta nell’Atletica Osimo con Emanuele Galassi, ma quest’anno seguita da Giorgio Gioacchini, Michele Coppari e Gino Falcetta, è la più giovane dell’intera squadra italiana.

Angelica Ghergo

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X