facebook rss

Deviazione traffico pesante
da Osimo Stazione: la maggioranza
si sfalda e l’ordine del giorno passa

OSIMO -La maggioranza ha annunciato l'astensione sull'odg presentato dalla Liste civiche ma in sede di voto il sindaco e la consigliera Sabbatini hanno detto sì. la consigliera Maggiori si è espressa con un no e il resto dei consiglieri Pd-Energia nuova si è astenuto - AUDIO
Print Friendly, PDF & Email

La sala gialla di Osimo (foto d’archivio)

Dibattito lungo e articolato, stamattina nell’aula consiliare osimana, sull’ipotesi di deviazione del traffico pesante da Osimo Stazione  con il voto finale sull’ordine del giorno a tema che ha accontentato non solo chi lo aveva proposto (le Liste civiche) ma anche tutte le minoranze. Il documento che impegna l’amministrazione Pugnaloni (Pd) ad attivarsi per studiare questa ulteriore soluzione contro l’inquinamento della frazione attraversata dalla Statale 16, è stato approvato in tarda mattinata grazie ai 9 sì dei 7 consiglieri di opposizione più i 2 voti del sindaco e della consigliera del Pd, Gabriella Sabbatini, contro i i 9 astenuti del resto della maggioranza e il voto contrario, sempre in maggioranza della consigliera democrat Renata Maggiori. Sul testo dell’odg, corretto con un emendamento del M5S, e nel complesso sull’argomento si è sfaldato il gruppo di governo. Nelle dichiarazioni di voto la maggioranza aveva annunciato l’astensione compatta, perché quel documento era di matrice politica e sarebbe stato più opportuno che a muovere la proposta fosse stato semmai un comitato apartitico di cittadini. Astensione sostenuta per primo proprio dal sindaco Simone Pugnaloni nell’impossbilità chiudere l’Adriatica senza un preventivo accordo con gli enti superiori, Anas e Regione in primis, e dei Comuni limitrofi. Le opposizioni, dalle liste civiche, al M5S fino al Gruppo Misto avevano invece invitato a votare tutti l’odg per iniziare il percorso burocratico e di dialogo.

Nel corso della seduta consiliare sono state registrate altre ‘disconnessioni’ in maggioranza. In sede di voto tra le file di maggioranza. Sempre la consigliera Sabbatini ha preferito astenersi durante la votazione dei piani di recupero dell’ex scuola media Leopardi e della Primaria di Campocavallo, i due immobili comunali da far confluire nel fondo immobiliare Prelios per realizzare le nuove Medie di San Biagio e le nuove Primarie di Campocavallo. Entrambe le delibere sono state però approvate con gli altri voti dei consiglieri di Pd ed Energia Nuova. Approvati inoltre la nuova convenzione per il servizio Asso di refezione scolastica con il Comune di Offagna e l’assestamento di bilancio 2018. Stamattina in aula erano presenti 19 consiglieri su 24.

Mense scolastiche a Offagna, servizio gestito dalla Asso

Smog a Osimo Stazione, la Sala Gialla discute la deviazione dei Tir

Assestamento di bilancio 2018 , entrano i 137mila euro di donazioni per il piccolo Samuel

Nuove scuole di Osimo, la Sala Gialla vota le varianti urbanistiche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X