facebook rss

Arriva il circo, scatta la polemica
Il sindaco: «Nessuna autorizzazione»

FALCONARA - Botta e risposta tra il consigliere Loris Calcina e Stefania Signorini sui tendoni approdati vicino alla rotatoria tra via del Consorzio, via Marconi e via dell’Aeroporto. Per l'esponente di minoranza, il sindaco avrebbe ignorato la delibera sulla tutela degli animali negli spettacoli circensi. Le attività, però, non sarebbero state ancora autorizzate, così come l'affissione di manifesti pubblicitari
giovedì 10 Gennaio 2019 - Ore 20:09
Print Friendly, PDF & Email

Il circo di via Marconi

 

Arriva il circo  e scatta la polemica. Calcina: «Il sindaco non ha rispettato la delibera che tutela gli animali nei circhi». La risposta della Signorini: «Nessuna autorizzazione per l’attività di pubblico spettacolo». Botta e risposta tra il primo cittadino di Falconara e il consigliere d’opposizione in merito ai tendoni approdati in un’area privata vicino alla rotatoria tra via del Consorzio, via Marconi e via dell’Aeroporto. Queste le parole di Loris Calcina (Cittadini in Comune): «Sindaco e giunta Signorini (dopo l’ex Brandoni) continuano ad ignorare l’impegno deliberato all’unanimità dal consiglio comunale del 29 maggio 2017 a predisporre uno specifico provvedimento per vietare a Falconara i Circhi che fanno esibire gli animali. Tra qualche giorno, a Falconara, un circo autorizzato all’attendamento dall’Amministrazione comunale, inizierà gli spettacoli anche con numeri eseguiti dagli animali. Il Consigliere Calcina: “Come mai il Sindaco fa un’ordinanza per vietare i botti di capodanno a tutela anche degli animali domestici e, a distanza di oltre un anno e mezzo, non ottempera ad una deliberazione del consiglio comunale a tutela degli animali in cattività nei circhi? Ancora una volta il consiglio comunale e lo statuto comunale sono stati avviliti». La Signorini precisa però che non è stata ancora autorizzata dal Comune di Falconara l’attività di pubblico spettacolo del circo e l’attività di pubblicità, tanto che il comando di polizia locale ha già sanzionato alcuni manifesti abusivi (almeno quattro) per un importo di 431 euro. Una sanzione analoga potrebbe scattare a breve per la pubblicità fonica. Il titolare dell’attività avrà la possibilità di pagare subito in misura ridotta (295 euro). «Dopo l’approvazione della mozione del 29 maggio 2017 – precisa in una nota stampa l’Amministrazione – il Comune di Falconara ha atteso che il Governo desse attuazione alla riforma del codice degli spettacoli, annunciata nello stesso anno. Era infatti previsto un progressivo superamento dell’utilizzo degli animali per l’attività circense, ma i termini per l’approvazione della nuova normativa sono scaduti a fine dicembre senza che venisse emanata alcuna nuova disciplina in materia». Il sindaco: «Vogliamo comunque muoverci sul solco di quella mozione approvata nel 2017  e insieme alla giunta ci impegniamo a valutare, nell’ambito della revisione del regolamento di polizia urbana, l’introduzione di una sezione per disciplinare gli spettacoli viaggianti in maniera più puntuale».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X