facebook rss

Vigili picchiati in centro,
assolto l’aggressore:
«Incapace di intendere e volere»

ANCONA - La decisione sul 31enne bengalese è stata presa questa mattina dal giudice Carlo Masini che non ha potuto far altro che prendere atto della perizia psichiatrica redatta dal dottor Santarini. Lo straniero lascerà Montacuto per andare prima in Clinica Psichiatrica a Torrette, poi in una casa di cura fuori regione
Print Friendly, PDF & Email

Il momento dell’aggressione lungo corso Garibaldi

 

Assolto per totale vizio di mente. È questa la sentenza espressa questa mattina dal giudice Carlo Masini in merito alla posizione di Saha Shivu, il bengalese arrestato in corso Garibaldi lo scorso ottobre per aver aggredito un passante, un autista Conerobus e due vigili urbani. A far propendere per una sentenza assolutoria è stata la perizia psichiatrica redatta dal dottor Fabio Santarini che ha giudicato come il 31enne fosse totalmente incapace di intendere e di volere al momento dei fatti contestati dalla procura. È stato diagnosticato un disturbo delirante cronico di tipo paranoide per cui lo straniero, con alle spalle una storia psichiatrica, non era capace di distinguere la realtà durante il caos scatenato in centro e per cui è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Data la possibile pericolosità sociale del bengalese, il giudice ha disposto il trasferimento in una casa di cura dove l’uomo possa intraprendere un percorso terapeutico. Verrà dunque scarcerato da Montacuto e poi collocato in una struttura apposita fuori regione che si occupa di patologie psichiatriche. Shivu è stato assistito durante il processo dall’avvocato Andrea Marini.

Vigili picchiati in centro, la perizia sull’aggressore: «Totale vizio di mente»

Vigili picchiati in centro, il bengalese finisce in carcere Chiesta perizia psichiatrica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X