facebook rss

Vigili picchiati in centro,
la perizia sull’aggressore:
«Totale vizio di mente»

ANCONA - E' incapace di intendere e di volere il 31enne bengalese che lo scorso ottobre aveva dato in escandescenze lungo corso Garibaldi, accanendosi contro i passanti, un autista Conerobus e alcuni agenti. Tra una settimana è attesa la sentenza del giudice. Probabile il proscioglimento
martedì 8 Gennaio 2019 - Ore 16:09
Print Friendly, PDF & Email

Il momento dell’aggressione lungo corso Garibaldi

 

Totalmente incapace di intendere e di volere al momento dei fatti contestati dalla procura. A dirlo è la perizia psichiatrica redatta dal dottor Fabio Santarini su Saha Shivu, il bengalese di 31 anni arresto lo scorso 22 ottobre in corso Garibaldi, teatro di una serie di aggressioni e molestie nei confronti di passanti, vigili urbani e di un autisita Conerobus. La discussione della perizia è avvenuta questa mattina di fronte al giudice Carlo Masini e allo stesso imputato, recluso a Montacuto e difeso dall’avvocato Andrea Marini. E’ stata anche ravvisata una possibile pericolosità sociale dello straniero, tanto che è stata consigliata la prosecuzione del percorso terapeutico già in atto. Il bengalese, arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, sarebbe affetto da un disturbo delirante cronico di tipo paranoide. La sentenza verrà emessa il prossimo 15 gennaio. E’ probabile che per l’imputato avvenga il proscioglimento e che il giudice disponga una misura di sicurezza in base alla pericolosità sociale riscontrata dal perito.

Vigili picchiati in centro, il bengalese finisce in carcere Chiesta perizia psichiatrica

Picchia un autista Conerobus e due agenti della Municipale, paura in pieno centro

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X