facebook rss

Raccolta differenziata:
a dicembre risultato record,
sfiorato il 70 per cento

FALCONARA – Il comune supera per la prima volta, nel 2018, la soglia del 65% determinata da direttive nazionali ed europee. Obiettivo raggiunto per tre mesi consecutivi grazie anche al porta a porta per l'indifferenziata nei quartieri Stadio e Tesoro e nella frazione di Castelferretti. L’assessore Barchiesi: «Presto nuove zone coinvolte nella raccolta domiciliare»
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Record di differenziazione dei rifiuti a dicembre a Falconara: nell’ultimo mese dell’anno la raccolta differenziata è arrivata al 69,4%, confermando il trend già registrato a novembre (68,5%) e a ottobre (65,1%). Un buon risultato, se si tiene conto che, a gennaio 2018, la differenziata era al 58,6%, traguardo raggiunto anche grazie all’introduzione, sul finire della scorsa legislatura, della raccolta domiciliare dell’indifferenziata nei quartieri Stadio e Tesoro e nella frazione di Castelferretti. Questo ha permesso di superare la fatidica soglia del 65% della differenziazione, obiettivo mai raggiunto prima del 2018 a Falconara.
Il maggior quantitativo di differenziata, stando ai dati forniti da Marche Multiservizi Falconara che gestisce il servizio, è quello della frazione umida, con 2.403 tonnellate raccolte nel corso del 2018, di cui 212 solo nel mese di dicembre. Segue la raccolta di carta e cartone, 1.602 tonnellate separate durante lo scorso anno (163 tonnellate solo a dicembre). Anche il legno ha ottenuto un buon quantitativo di raccolta, pari a 1.128 tonnellate durante il 2018 (78 nel mese di dicembre). Durante lo scorso anno è cresciuta progressivamente la quantità di imballaggi misti oggetto di separazione, in totale 848 tonnellate (70,6 a dicembre) e anche il vetro ha raggiunto le 831 tonnellate nel corso del 2018. Ancora meglio la raccolta di scarti vegetali, in totale 857 durante lo scorso anno.
«Grazie ai nuovi sistemi di raccolta differenziata introdotti in alcune zone della città – dice l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi – e alla collaborazione di tutti i cittadini stiamo facendo importantissimi passi in avanti, sia in termini di quantità di materiali avviati al riciclo, sia per il raggiungimento degli obiettivi di percentuale fissati dall’Unione Europea. Continueremo con attività di sensibilizzazione nelle scuole, di partecipazione attiva dei cittadini nei vari quartieri della città, pubblicizzeremo nuove campagne di ritiro gratuito di ingombranti ed estenderemo il sistema di raccolta domiciliare in altre zone della città. La recente riapertura del Centro del Riuso, in via della Tecnica, con una nuova veste – ricorda l’assessore, sta riscuotendo tra i cittadini grande successo e contribuirà alla formazione di una maggiore cultura della riduzione dei rifiuti grazie al loro riciclo». Al Centro del Riuso chiunque può portare oggetti ancora funzionanti (giocattoli, mobilio, elettrodomestici), che saranno consegnanti ai cittadini residenti a Falconara che ne fanno richiesta. Questo per ridurre la quantità di rifiuti da avviare a smaltimento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X