facebook rss

Scuole Mercantini: slitta
il completamento dei lavori,
pronte (forse) per Pasqua

ANCONA – Inizialmente prevista entro febbraio, la conclusione del cantiere arriverà, meteo permettendo, in primavera. L'assessore Foresi: «la parte edile è molto avanti, ma per gli arredi esterni servono temperature più elevate». Ieri, sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento del progetto e a metà marzo ce ne sarà un altro per fare il punto sui lavori
Print Friendly, PDF & Email

Sopralluogo degli assessori nel cantiere delle scuole Mercantini

 

 

Le nuove Mercantini di Palombina saranno pronte, meteo permettendo, per Pasqua. Inizialmente prevista entro febbraio, la conclusione dei lavori slitta di qualche mese a causa di un avvio ritardato del cantiere (partito solo lo scorso 15 novembre), ma «la parte edile del progetto è molto avanti», assicura l’assessore alle Manutenzioni, Stefano Foresi, che ieri ha effettuato un sopralluogo nel cantiere insieme ai colleghi Paolo Manarini (Lavori Pubblici) e Tiziana Borini (Istruzione). A febbraio dello scorso anno si è partiti con la demolizione della precedente scuola, e «i lavori stanno procedendo senza particolari difficoltà», fanno sapere gli assessori.
Al momento, è stata già realizzata la struttura, le pareti di tamponamento e la prima coibentazione fino alla copertura e così pure diverse parti interne. Da lunedì si inizierà le predisposizione per gli impianti. «Per l’arredo esterno – spiega Foresi –, come ad esempio i murales ed il verde, servono temperature più elevate. A metà marzo, faremo un nuovo sopralluogo per fare il punto dei lavori che, meteo permettendo, dovrebbero finire per Pasqua».
La struttura, realizzata, completamente in legno, ha un costo complessivo di 2 milioni di euro
«Siamo soddisfatti – riferiscono gli assessori Manarini, Borini e Foresi– per l’andamento dei lavori che, se le condizioni climatiche lo consentiranno, procederanno con celerità. La scuola avrà caratteristiche innovative di grande qualità e sicurezza ed è stata progettata con particolare cura e attenzione agli aspetti della funzionalità. L’obiettivo è garantire il benessere agli alunni che la frequenteranno e facilitare il lavoro di docenti e operatori scolastici, nel rispetto delle esigenze di tutti. È una risposta importante al quartiere di Palombina ed un esempio significativo di adeguamento sismico dell’edilizia scolastica comunale».
Come le Socciarelli, le Mercantini saranno una scuola all’avanguardia su più fronti.
A livello antisismico, appartengono alla classe 4, con una vita nominale di oltre 100 anni ed una tipologia impiantistica e tecnologica avanzata, riscaldamento e rinfrescamento a pompa di calore con recupero di calore interno, senza uso di gas, e illuminazione a led con regolazione del flusso luminoso in base alla luce esterna: il tutto alimentato con il fotolvoltaico. Il bando dei lavori prevede anche la fornitura degli arredi di tutta la scuola. La nuova Mercantini sarà disposta su due piani e non più su tre, come invece nella precedente struttura. Il nuovo plesso scolastico avrà al piano terra la sala mensa, la scuola dell’infanzia Sirenetta e spazi comuni per 671 metri quadrati lordi. Al primo piano ci saranno la scuola primaria Mercantini e spazi comuni per altri 663 metri quadrati, per una estensione totale di 1334 metri quadrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X