facebook rss

Auto travolge bici:
ciclista muore all’ospedale

SENIGALLIA - L'incidente è avvenuto verso mezzogiorno in via Giordano Bruno. Il 90enne senigalliese Elio Manoni è spirato all'ospedale di Torrette dove è arrivato in eliambulanza. Al volante della Fiat Panda c'era un alttro anziano di 91 anni. I mezzi posti sotto sequestro
martedì 16 Aprile 2019 - Ore 17:16
Print Friendly, PDF & Email

 

Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Torrette, è morto oggi pomeriggio Elio Manoni,  il ciclista 90enne rimasto coinvolto poco prima di mezzogiorno in un brutto incidente stradale a Senigallia. Il pensionato senigalliese, ex commerciante  noto in città, stava caminando a piedi spingendo la sua bici in via Giordano Bruno quando, all’altezza dell’incrocio  con canalizzazione di via D’Aquino è stato travolto da una Fiat Panda guidata da un 91enne di Senigallia.  La polizia locale, intervenuta sul posto per i rilievi di rito, sta cercando di mettere a fuoco la dinamica dello scontro.

Gli agenti della Pm hanno già acquisito la testimonianza dell’anziano conducente dell’utilitaria ma non hanno potuto ascoltare la versione dei fatti del ferito che ha quasi subito perso conoscenza per il grave trauma cranico procurato nella caduta sull’asfalto, è stato intubato e stabilizzato dal personale medico dell’eliambulanza per essere trasferito d’urgenza all’ospedale regionale. L’elisoccorso è atterrato  verso le 11.45 di stamattina sul vicino parcheggio della caserma dei vigili del fuoco.  Il parabrezza della vettura è andato in frantumi dopo l’impatto con la bicicletta. Il magistrato di turno, il Pm Rosario Lioniello, informato dei fatti, ha già aperto un fascicolo d’indagine e ha disposto il  sequestro dell’auto e del mezzo a due ruote. Gli atti d’indagine, che la Pm di Senigallia sta ultimando, dovranno essere consegnati in Procura entro 48 ore. Soltanto dopo averli letti il sostituto procuratore, se lo riterrà opportuno, potrà ravvisare e formalizzare eventuali responsabilità penali.

(servizio aggironato alle 18.15)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X